La Juve tiene la media: 3-1 al Chievo

Allo Stadium vanno a segno Asamoah, Marchisio e Llorente, ma che brividi dopo l'autorete di Caceres

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ALBERTO GASPARRI

Juventus-Chievo (IPP)

La Juve cancella Verona con una buona vittoria sul Chievo e tiene la Roma a distanza. Allo Stadium i bianconeri, nonostante qualche assenza, vincono per 3-1 grazie a un primo tempo di sostanza, marchiato dai gol di Asamoah al 17' e di Marchisio al 29'. L'autorete di Caceres su rinvio di Lichtsteiner al 6' della ripresa mette qualche brivido, ma poi Llorente al 13' rimette a posto le cose. Sono 36 gol in 12 vittorie di fila in casa.

LA PARTITA

Juventus-Chievo (IPP)

Cancellare Verona contro un'altra squadra di Verona. La Juve riesce nell'impresa, a dire il vero non certo proibitiva contro il Chievo, e lo fa con una prova convincente nonostante assenze (Chiellini e Barzagli) e riposi (Pogba e Tevez). Alla fine la missione è compiuta, ma la prestazione non è stata convincente sino alla fine. Colpa di qualche incertezza di troppo in fase di non possesso palla, che ha fatto arrabbiare ancora Conte. I numeri, però, sono tutti dalla parte della Vecchia Signora, che quest'anno a Torino ha sempre vinto, realizzando una media esatta di tre reti a partita. La squadra di Corini, invece, si deve rammaricare perché dopo un primo tempo passivo, nel secondo ha fatto passare qualche brutto momento a Buffon e compagni, non proprio sicurissimi. Ma per evitare la retrocessione, adesso, bisognerà essere più decisi e sfrontati anche contro le grandi.

Sta di fatto che a una settimana di distanza la Juve ripete il primo tempo contro l'Hellas e va al riposo sul 2-0 come successo al Bentegodi. Dopo un paio di occasioni, i bianconeri vanno a segno poco dopo il quarto d'ora con una gran bell'azione di Asamoah, che prima chiude un triangolo con Llorente e poi piazza un sinistro dal limite, senza lasciare scampo ad Agazzi. La partita è in discesa per la squadra di Conte, che, dopo una manata in area di Radovanovic su Giovinco (secondo episodio da moviola in zona penalty), raddoppia: punizione insidiosa di Pirlo, il portiere gialloblù respinge male sui piedi di Marchisio, che non ha problemi a insaccare da due passi. A questo punto la Juve si mette a caccia della terza rete, ma senza fretta. Anche perché c'è ancora un secondo tempo che la aspetta. A tenere in guardia la Juve non c'è solo il ricordo di sette giorni fa, ma anche l'ingresso di Pellissier, uno che spesso ha fatto male ai bianconeri. E sarà un caso, ma proprio il neo entrato crea subito dei grattacapo alla difesa di casa. Che si fa male da sola poco dopo, quando su una palla vagante, Lichtsteiner rinvia addosso a Caceres e Buffon è battuto. Allo Stadium riemergono i fantasmi veronesi e solo una spaccata di Bonucci sul missile di Pellissier, ancora lui, evita il pareggio. Stavolta, però, arriva subito il gol della sicurezza e lo firma un'altra capocciata di Llorente. La paura è passata, anche se prima del fischio finale c'è tempo per vedere in campo Osvaldo e Tevez (che prende il posto di un Giovinco fischiato). L'ex Southampton è a caccia del gol inaugurale con la sua nuova maglia, ma prima non trova l'assist di Marchuisio e poi calcia alto da posizione ultra favorevole. Il sigillo sul risultato finale lo mette Buffon, con una gran parata nel recupero su Hetemaj. Come a dire che la Juve ha sì vinto meritatamente, ma qualche rischio lo ha corso anche questa volta.

LE PAGELLE

Asamoah 7 Primo gol della stagione e che gol. Interrompe un'astinenza di oltre un anno e offre la solita prestazione impeccabile di questa stagione
Giovinco 5,5 Sarà che ha giocato poco, sarà che il feeling con Llorente non c'è, sta di fatto che la prova non è degna delle sue qualità. Ma i tifosi con lui sono prevenuti
Llorente 6,5 Non è in un momento di grande brillantezza e si vede. Tante sponde, pochi tiri in porta. Di testa, però, non lo ferma nessuno: sono 10 gol in campionato
Agazzi 5 Era all'esordio col Chievo dopo mesi di panchina a Cagliari. La ruggine è tanta, come le colpe su due dei tre gol subiti
Pellissier 6,5 I tifosi della Juve lo temono sempre e lui conferma di meritare questo rispetto mettendo lo zampino in tutte le occasioni pericolose del Chievo, autorete compresa

IL TABELLINO

JUVENTUS-CHIEVO 3-1
Juventus (3-5-2): Buffon 6,5; Caceres 6, Bonucci 6, Ogbonna 6; Lichsteiner 6, Marchisio 7, Pirlo 6, Vidal 6,5 (40' st Padoin sv), Asamoah 7; Giovinco 5,5 (26' st Tevez 6), Llorente 6,5 (26' st Osvaldo 5,5). A disp.: Storari, Rubinho, Peluso, Isla, Pogba, Quagliarella. All.: Conte 6,5
Chievo (3-5-2): Agazzi 5; Frey 6, Canini 5,5, Bernardini 5; Sardo 6, Guana 5,5, Radovanovic 5, Hetemaj 6, Dramè 5,5 (18' st Rubin 5,5); Stoian 5 (1' st Pellissier 6,5), Thereau 6 (33' st Obinna 6). A disp.: Puggioni, Claiton, Squizzi, Mbaye, Bentivoglio, Guarente, Kupisz, Lazarevic, Paloschi. All.: Corini 5,5
Arbitro: Valeri
Marcatori: 17' Asamoah, 29' Marchisio, 13' st Llorente (J), 6' st autogol Caceres (C)
Ammoniti: Guana, Frey (C), Pirlo, Llorente, Giovinco (J)
Espulsi: -

TAGS:
Serie A
Juventus
Chievo

I VOSTRI COMMENTI

alexblu4 - 17/02/14

Tiki Taka_ su Lorente ti do ragione, ieri proprio non era giornata. Su Vidal però direi tutto il contrario, ieri ero allo stadio e mi para che abbia offerto un' ottima prestazione...come Marchisio.

segnala un abuso

cole83it - 17/02/14

@Luis Suarez87
Si ma già all'8 Llorente è stato atterrato e non dato un rigore del tutto netto... vediamo un po tutte le cose... Quando si parla di sfavori alla juve tutti zitti.

segnala un abuso

Tiki Taka_ - 17/02/14

HO TROVATO INGIUSTO I FISCHI A GIOVINCO, DOVREBBERO FISCHIARE DI PIU' LLOLENTO E VIDAL MA MI SA CHE SONO GLI IDOLI DELLO STADIUM.....

segnala un abuso