Calcioscommesse: indagati Gattuso e Brocchi

Blitz della Polizia: presunta perquisizione a casa di Ringhio. Quattro arresti: in manette i due "Mister X"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Calcioscommesse: indagati Gattuso e Brocchi

Gattuso e Brocchi indagati: nella notte nuovo blitz della Polizia contro le scommesse clandestine nel calcio. L'accusa ipotizzata nei loro confronti dalla procura di Cremona è associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva. Sarebbero state perquisite le case dei due ex rossoneri. Il Gip Salvini ha firmato anche quattro ordinanze di custodia cautelare: in manette i due "Mister X", Salvatore Spadaro e Francesco Bazzani.

Il Procuratore della Repubblica Di Martino: "Coinvolte una trentina di partite, anche di Serie A, in cui ci sono contatti tra Civ (Francesco Bazzani tra gli arrestati oggi ndr) e calciatori o dirigenti che si ricollegano alla squadra che avrebbe giocato il giorno dopo o due giorni dopo''. Lo spiega il procuratore di Cremona Roberto di Martino che parla di ''Fumus di manipolazione'' riguardo i match.

Questa notte la Polizia avrebbe perquisito l'abitazione di Gallarate di Gattuso, ma persone vicine al calciatore hanno smentito categoricamente. L'ex rossonero si trova a Napoli per un matirmonio e nel pomeriggio è atteso a Coverciano per il corso da allenatore.

L'agente di Gattuso, Andrea D'Amico, ha dichiarato: "E' caduto dalle nuvole. In questo momento è importante non tirare alcun tipo di conclusioni, ma bisogna capire come vengono fuori questi nomi. E' il momento dell'attesa. Prima di arrivare a tirare delle conclusioni, bisognerà verificare. Quando vengono fuori queste notizie, l'eco che ne deriva è importante; nell'ipotesi che non vi siano responsabilità, successivamente l'eco è sempre minore. Bisogna aspettare un attimo, per capire le circostanze e i contorni, prima di dare giudizi". "In passato altre persone si sono viste escludere dalle indagini - ha aggiunto -: secondo me è doveroso stare in attesa e capire gli sviluppi".

Ringhio e Brocchi sarebbero stati in contatto con due degli arrestati. In particolare Francesco Bazzani detto Civ in un'occasione si era introdotto nel centro sportivo di Milanello, dove si allena il Milan, e aveva inviato messaggi allo stesso Gattuso. E' accaduto nel febbraio del 2012 quando si erano svolte partite di Milan, Lazio e Juventus sulle quali Bazzani avrebbe cercato di influire. Tra gli oltre 20 indagati ci sono anche Bellucci, Bombardini, Colucci e D'Anna. Le abitazioni di Colucci e Bombardini sono peraltro state perquisite.

Secondo Repubblica.it nel mirino alcune partite di Milan, Juve e Inter. Una sarebbe Palermo-Inter 1-0 del 28 aprile 2013. Sospetti su 90 gare tra cui una dozzina di Serie A. 

L'operazione di oggi "è un ulteriore risultato che conferma l'impegno della Polizia contro il fenomeno del calcioscommesse e che va inserito in un contesto piu' ampio di indagini". Lo dice il direttore del Servizio centrale operativo della Polizia, Raffaele Grassi, in relazione al nuovo filone d'inchiesta della procura di Cremona. "Il risultato di oggi, aggiunge Grassi, è il frutto del proseguimento delle inchieste 'Last Bet 1' e 'Last Bet 2' "che hanno già consentito di arrestare complessivamente 54 soggetti e di indagare più di 120 persone".

LA LISTA DEI GIOCATORI
Sono dieci, tra calciatori in attività ed ex calciatori. Oltre a Ringhio Gattuso e Cristian Brocchi, sono finiti sul registro degli indagati Claudio Bellucci, ex giocatore di Modena, Napoli, Bologna e Sampdoria, attualmente allenatore giovanile; Davide Bombardini, ex di Roma, Bologna, Atalanta e Albinoleffe; Leonardo Colucci, ex di Modena e Bologna attualmente allenatore giovanile; Lorenzo D'Anna, ex del Chievo oggi allenatore giovanile; Nicola Mingazzini, ex di Bologna e Albinoleffe, attualmente al Pisa; Claudio Terzi, giocatore del Siena; Samuele Olivi, ex di Salernitana, Piacenza e Pescara oggi al Grosseto; Fabrizio Grillo, giocatore del Siena.

GLI ARRESTI
Sono quattro le ordinanze di custodia cautelare firmate dal Gip Guido Salvini. In particolare, agli arresti sono finiti Salvatore Spadaro e Francesco Bazzani, soggetti che i calciatori coinvolti nel corso delle precedenti fasi dell'inchiesta avevano identificato come 'Mister X'. I due, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, erano il collegamento tra il mondo delle scommesse clandestine e i giocatori e le società di calcio. Spadaro, secondo l'accusa, sarebbe legato al giro dei 'bolognesi' di Giuseppe Signori mentre Francesco Bazzani avrebbe avuto collegamenti sia con i commercialisti dell'ex bomber della Nazionale, Bruni e Giannone (entrambi finiti in carcere in una delle precedenti fasi dell'inchiesta), sia con Almir Gegic, uno dei leader del gruppo degli zingari. Le altre due ordinanze di custodia cautelare sono state emesse nei confronti di Cosimo Rinci, amico di Spadaro e dirigente del Riccione calcio nonché in contatto con l'ex presidente dell'Ancona calcio Ermanno Pieroni (anche lui coinvolto nella prima fase dell'inchiesta) e Fabio Quadri, considerato il factotum dello stesso Spadaro.

LE REAZIONI A CORIGLIANO
C'è incredulità a Corigliano Calabro, paese di origine di Rino Gattuso, per la notizia del coinvolgimento nell'inchiesta sul calcioscommesse dell'ex giocatore del Milan e campione del mondo a Berlino. Gattuso ha fondato, nella frazione Schiavonea di Corigliano Calabro, una scuola calcio. La mamma di uno dei baby calciatori iscritti alla scuola, dopo aver appreso la notizia, si è detta "incredula. Mi sembra impossibile - ha detto - che sia proprio Gennaro Gattuso tra gli indagati per il calcioscommesse".

TAGS:
Calcioscommesse
Arresti
Perquisizioni
Cremona
Polizia

I VOSTRI COMMENTI

sempreesolorossonero - 17/12/13

Se Ringhio risulterà colpevole, pagherà, nn preoccuparti, è una persona vera, al contrario di te (leggi cosa a detto che farà se risultasse aver aggiustato qualche partita) ora falla pure tu una promessa, se risulta estraneo prometti di levare questa tua ignobile presenza dal sito, di persone come te, giustizialiste prima di una sentenza ne facciamo volentieri a meno....mi piacerebbe tu andassi a dirgliela in faccia la tua sicurezza del suo coinvolgimento........

segnala un abuso

sempreesolorossonero - 17/12/13

Mau75, con che diritto ti issi a giudicante di una persona che manco conosci? "sappiamo che sono coinvolti, è sicuro"! chi sei te, nostradamus? o il titolare dell'inchiesta? Vuoi parlare te di arroganza sportiva? ma ti sei letto? Hai già giudicato colpevole una persona (fino a PROVA CONTRARIA, questo dice la legge italiana....STUDIA) ancora innocente, e sicuramente, x quello che ha fatto e quello che sta facendo x il sociale è solo da ammirare al contrario di tanti ipocriti buoni solo a parlare

segnala un abuso

cr7centrocampista - 17/12/13

alfonsocampano sei recidivo con l'aggravante che Conte e Bonucci giocavano nel Siena,Pensa al tuo Milan e prega di non prendere la 3 stella della B.Sareste la squadra più titolata scesa volte in B nel mondo.

segnala un abuso

MAU75SPORTING CLUB - 17/12/13

Non viviamo nel mondo delle favole, tutti si proclamano innocenti, tutti si vestono di “credibilità, serietà, innocenza”, bene io non ci stò perché non siamo in un paese con questi ideali. Gattuso e Brocchi, guarda caso amici e anche soci in ambito extracalcistico, se per voi è tutta una farsa va bene cosi’ ma a parer mio gli indagati non vengono sorteggiati a caso..............e questo vale PER TUTTI!!! Non facciamo gli ipocriti.........sappiamo che sono coinvolti, è sicuro

segnala un abuso

MAU75SPORTING CLUB - 17/12/13

alfonsocampano mi spieghi come mai riesci sempre a parlare di juve anche quando è indagato un giocatore del Milan e della Lazio, perdonami ma Gattuso non giocava nella Juve, almeno credo! Perchè Gattuso deve ricevere un trattamento diverso? Perchè con Gattuso ci vogliono le prove e invece Conte era già sul patibolo da indagato? Perchè non ridimensionate un po' il vostro grado di arroganza "sportiva" e non cominciate a vedere il calcio per quello che è: uno sport malato a tutti i livelli?

segnala un abuso