Figo ko: l'addio al calcio pi vicino

Infortunio per il portoghese: la stagione (e la carriera) potrebbe essersi chiusa

La sua uscita dal campo al 38' del primo tempo della partita contro la Lazio stata malinconica. Sostituito da Francesco Bolzoni, Luis Figo si rifugiato negli spogliatoi vittima di un nuovo problema muscolare al polpaccio. Salvo miracoli, stagione finita. Salvo soprese dell'ultimo minuto (Emirati Arabi? Los Angeles Galaxy? Un clamoroso prolungamento del contratto?), carriera finita.

Un peccato. Un peccato per l'Inter, un peccato per il calcio. Di sicuro, non sar un peccato per Mancini. La stima per il giocatore che fu non in discussione, quella per l'uomo nemmeno. Ma Figo non rientra pi nei piani del Mancio e Moratti dovr farsene una ragione. Se il tecnico jesino verr confermato, Figo non vestir pi il nerazzurro.

Per raccontare la carriera di Luis Figo bisognerebbe scrivere un libro. Sporting Lisbona, Barcellona, Real Madrid e Inter le sue squadre, la maglia del Portogallo come una seconda pelle. Molte fra le 662 partite giocate rimarranno impresse nella memoria di appassionati e tifosi, cos come i 120 gol messi a segno.

Campione euroeo under 16 e campione del mondo Under 20 con la sua Nazionale, nel suo palmars annovera anche una Coppa del Portogallo, quattro campionati spagnoli, una Champions League, una Coppa delle Coppe, una Coppa Intercontinentale, due Coppe del Re, due SuperCoppe Europee, tre SuperCoppe di Spagna, due Scudetti, una Coppa Italia e due SuperCoppe Italiane.

Scusa, Luis, se ci sfuggito qualcosa. Per mettere insieme tutti i tuoi successi non basterebbero due calcolatrici. E grazie. Grazie per le emozioni che hai regalato a tutti coloro che amano il calcio.

17 aprile 2008