Coppa Italia: Juve avanti tutta

Segnano Krasic e Pepe, 2-0 al Catania

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Coppa Italia: Juve avanti tutta

La Juventus, reduce da una serie negativa in campionato, si riscatta in Coppa Italia battendo il Catania con un secco 2-0 e guadagnando la qualificazione ai quarti di finale. I bianconeri, che dopo otto mesi hanno ritrovato tra i pali Gigi Buffon, sono stati protagonisti di una buona prova coronata con i gol di Krasic al 35' del primo tempo e di Pepe al 9' della ripresa. Ottima la prova di Del Piero, infortunio al ginocchio per Toni.

LA PARTITA
Oltre alla qualificazione ai quarti di Coppa Italia - tutto meno che insignificante visto il bilancio momentaneo della stagione - il 2-0 con il Catania porta alla Juventus notizie positive e interessantissime. Su Buffon, innanzitutto, che è tornato finalmente a referto. Non è stato impegnatissimo, Gigi, incensato per minuti e minuti dai seguaci della curva: ma in quel paio di volte in cui è stato chiamato in causa, ha risposto. Poi ci sono stati il carattere, la voglia di vincere, la prestazione individuale convincente di tanti a cominciare da Alessandro Del Piero, il grande escluso delle ultime, tristi domeniche juventine.

Oddio, ci sarebbe, c'è anche il nuovo infortunio-record di Toni, che dopo una gara intera (a Napoli) e 13 minuti coi siciliani alza bandiera bianca: per lui, guai al ginocchio che non sembrano banali. Ma proprio dall'emergenza provocata dall'attacco di cristallo, Delneri ha finalmente scoperto che si può giocare a calcio anche in un altro modo. Fuori il neo-acquisto, il tecnico è stato costretto a uscire dall'amata gabbia del 4-4-2 e ha giocato con tre mezze punte dietro un unico attaccante, ruolo in cui si alternano Del Piero e Pepe. I due, mobili e ispirati, tolgono punti di riferimento alla difesa del Catania, supportati da Krasic e Aquilani, pronti a inserirsi al centro e a destra. Il Catania sparisce dal campo, la Juventus, dopo settimane di grigiore, torna a essere una squadra con un minimo sindacale di imprevedibilità, fuori dai binari a volte da "calcio-balilla" del classico schema delneriano. Del Piero è maggiormente libero di svariare, produce giocate e assist a nastro e manda in gol Krasic a 10 minuti dalla fine del tempo: basta poi una minima pressione nella ripresa per trovare, su azione d'angolo, il gol del raddoppio con Pepe, parso anch'egli rigenerato dalla variante sul tema. Detto che anche dopo il 2-0 la Juve continua a giocare discretamente, che il Catania si sveglia solo nel finale grazie all'entrata di Gomez (ma Buffon non ne vuole sapere di beccare gol al rientro) e che il contorno è fatto di continui cori della curva per l'eroe ritrovato, non resta ora che attendere il campionato e verificare se Delneri, "salvato" dall'ennesimo crac, voglia insistere un esperimento che la squadra - a cominciare da Del Piero - ha dimostrato sul campo di gradire: 4-2-3-1 potrebbe essere la combinazione giusta per ripartire.

IL TABELLINO  E LE PAGELLE

JUVENTUS-CATANIA 2-0

Juventus (4-4-2): Buffon 6,5; Sorensen 6, Bonucci 6,5, Chiellini 6,5, Grosso 6 (1'st Grygera 6); Krasic 6,5, Marchisio 6, Melo 6,5, Pepe 7; Del Piero 7,5 (45' st Motta sv), Toni sv (17' Aquilani 6). All.: Delneri

Catania (4-1-4-1): Campagnolo 6; Augustyn 5, Silvestre 5,5, Spolli 6 (45' st Strumbo sv), Marchese 5,5; Delvecchio 6; Mascara 5,5 (28' st Gomez 6,5 ), Martinho 5 (32' st Pesce 6), Sciacca 6, Ricchiuti 6; Antenucci 6. All.: Giampaolo.

Arbitro: Russo

Marcatori: 35' Krasic (J); 9' st Pepe (J)

Ammoniti: Silvestre (C), Marchisio (J), Spolli (C)


LA CRONACA

90'+3' Dopo tre minuti di recupero, fischio finale. Juventus-Catania 2-0
90'
Del Piero, applauditissimo, esce dal campo e cede la fascia di capitano a Buffon
88' Spolli ammonito per un fallo su Krasic
83' Ecco Buffon: sinistro di Pesce nell'angolino, bravissimo Gigi
82' Ancora Gomez, stavolta mette in porta Antenucci: difesa bianconera salva in extremis
81' Grande occasione per Delvecchio, solo davanti alla porta su assist di Gomez: piattone alto
77' Dopo mezz'ora di totale ozio, Buffon compie un bell'intervento in tuffo su un tiro di Ricchiuti
70' Buona conclusione di Melo da fuori, Campagnolo devia in angolo
67' Altro giallo, tocca a Marchisio
63' Ammonito Silvestre per fallo su Del Piero. E' il primo cartellino giallo
57' Gol annullato per fuorigioco a Del Piero su assist di Pepe: il capitano rimane poi a terra
54' Dal corner nato dall'azione precedente, ponte di Chiellini per Pepe, solo sul secondo palo: piatto e gol
54' Gol della Juventus! Pepe!
53'
Negato un rigore piuttosto netto alla Juventus: fallo di mano di Martinho, piazzato sul palo su un calcio d'angolo
50' Dall'inizio del secondo tempo, la curva Scirea intona cori per Buffon: tra questi "Non si vende Buffon"
46' Delneri lascia Grosso negli spogliatoi e inserisce Grygera. Notizie su Toni: ha problemi al ginocchio

45'+1'
Dopo qualche tentativo del Catania, fine del primo tempo. Juventus-Catania 1-0
37' Altro cioccolatino di Del Piero, che offre palla a Marchisio solo davanti a Campagnolo: clamoroso errore
35' Bella azione di Del Piero a sinistra conclusa da un perfetto cross per Krasic, dimenticato da Marchese: destro da pochissimi passi e gol
35' Gol della Juventus! Krasic!
30'
Il Catania sembra avere trovato qualche contromisura, Juve ora meno continua in avanti
24' Altra palla-gol limpida, stavolta la fallisce Aquilani da pochi metri. Ma la Juve, con una sola punta (Del Piero) gioca meglio
22' Grossa occasione per Krasic, solo sulla destra: il serbo non tira e prova a servire senza successo Aquilani
18' Primo intervento di Buffon.. di piede: uscita al limite dell'area ad anticipare Ricchiuti
17' Entra Aquilani, esce Toni. Juve a questo punto senza prima punta, con Krasic, Aquilani e Pepe alle spalle di Del Piero
14' Toni, sceso in campo in condizioni imperfette, è fermo a bordo campo. Si scalda Aquilani
13' Catania più manovriero dei bianconeri, Ricchiuti fa da prima punta e non dà riferimenti alla difesa avversaria
  8' Risposta juventina affidata a Krasic, cross morbido e colpo di testa fuori di Melo
  5' Prima palla-gol per il Catania: cross di Marchese da sinistra, Delvecchio salta da solo in area ma alza sulla traversa
  1' Partita cominciata dopo l'abituale esecuzione dell'inno di Mameli. Poca gente all'Olimpico, ma comunque calorosa l'accoglienza a Gigi Buffon

I VOSTRI COMMENTI

superfantagenio - 14/01/11

se solo il catania avvesse giocato come contro l'inter e con la stessa formazione, la juve ne avrebbe presi 3

segnala un abuso

- 14/01/11

segnala un abuso

tenerice - 14/01/11

Peccato per l'infortunio a Toni non dovuto a ricaduta ma ad un'entrata assassina da dietro del picchiatore di turno e nemmeno sanzionata

segnala un abuso

grazieadiononsonointerista - 14/01/11

IL PENSIERO CHE SIAMO ANCORA LEGATI ALLE MAGIE DI UN GIOVINCELLO DI 36 ANNI, CHE QUANDO E' IN GIORNATA DA SPETTACOLO, E' COMUNQUE UN PO' DEPRIMENTE. SPERO CHE GIGI TORNI STABILMENTE IN PORTA, UNO COME LUI E' IMPORTANTE SOLO PER LA PRESENZA.P.S. MA ERA PROPRIO NECESSARIO PRENDERE UN ALTRO DAI MUSCOLI DI CRISTALLO COME TONI? CHE CONFUSIONE! MENOMALE CHE LA SENT. DI NAPOLI E' ALLE PORTE!

segnala un abuso

commenti2010 - 14/01/11

Certi commenti juventini mi fanno venire in mente il Luglio scorso quando Amauri e Del Piero segnarono nei preliminari di coppa Uefa. Tutti esaltati, poi nel girone 7 pareggi... Nell'allenamento di ieri, grandi giocate, vediamo nei prossimi turni... Non capite di calcio e continuate a vedere miraggi. Diego dopo due turni era da pallone d'oro, Krasic uguale. In realta' non avete un campione che sia uno.

segnala un abuso

ripplesn - 14/01/11

amauri al palermo?bene cosi almeno la smetti di pettinarti in campo...

segnala un abuso

EnricoJuve1 - 14/01/11

Ma il 4-2-3-1 non era lo schema di Ferrara? E allora non sarà stato davvero solo un discorso di uomini giusti al posto giusto e di infortuni?

segnala un abuso

EnricoJuve1 - 14/01/11

Finchö il nostro capitano Del Piero riuscirà a giocare almeno mezz'ora come ha giocato tutta la partita ieri sera sarà assolutamente imprescindibile. E a proposito di Pepe, ho sentito che non è da Juve. E perché allora Gattuso sarebbe da Milan e da Nazionale? Stessa grinta, stessa cattiveria e piedi molto milgiori di Gattuso alla sua età. E allora. Io direi che la gente dovrebbe guardare ai fatti e non al sentito dire.

segnala un abuso

GiSeiNoRei - 13/01/11

Finalmente si e' rivista la vera Juve, speriamo in bene.

segnala un abuso