E' un campionato senza padrone

Nessuna squadra imbattuta dopo 40 anni

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Juventus 1971-1972 (tratta da Flickr)

Che fosse un campionato più combattuto degli altri anni lo si era intuito sin da subito, quando alla seconda giornata c'era in vetta il Chievo da solo e alla terza il Cesena in coabitazione con l'Inter. Ma dopo solamente 5 giornate emerge un dato che è già una sentenza: era dalla stagione 1971-1972 che alla quinta non c'erano già più squadre imbattute. Nessuna formazione di serie A, infatti, è senza sconfitte e non accadeva da 40 anni.

Le stranezze di questa, fino ad ora, bizzarra stagione si notano guardando con attenzione la classifica. Analizzandola si colgono due fondamentali statistiche, mai verificatesi da quando nel nostro torneo la vittoria vale 3 punti: ci sono 19 squadre racchiuse in soli 5 punti e la coppia di testa formata da Inter e Lazio ha conquistato soltanto 10 punti.

 

Per spiegare questo grande equilibrio si possono utilizzare due punti di vista completamente diversi, diametralmente opposti, ma entrambi condivisibili.

Il primo è che il nostro torneo negli ultimi anni ha visto un livellamento verso il basso notevole, con le squadre più forti, cosiddette "grandi", sempre in difficoltà anche con le più "piccole", per la mancanza di giocatori in grado di fare la differenza quando conta. L'Inter, cannibale nelle ultime stagioni, rappresentava infatti un'eccezione, corazzata completa e dominatrice senza particolari disagi nel nostro campionato. Ora, specificando che siamo sempre all'inizio e che le somme si tirano alla fine, con la partenza di Balotelli e la mancanza di valide alternative in attacco ai titolari, i nerazzurri sembrano aver perso qualcosa. Non hanno più la consueta facilità nel demolire gli avversari e il loro gap con le altre squadre sembra essersi affievolito. Ciò rende la serie A, più aperta e più equilibrata.

L'altra corrente di pensiero per spiegare questa particolare situazione vede l'aumento di competitività da parte di tutte le società italiane. Squadre come Palermo, Genoa, Parma, Sampdoria, Cagliari, Fiorentina, considerate di classifica medio-alta, hanno attacchi forti e completi, in grado di impensierire anche le big. Poi se si guardano anche altre formazioni, come ad esempio Brescia (Diamanti-Eder-Caracciolo) o Catania (Mascara-Ricchiuti-Maxi Lopez), si scoprono potenziali offensivi di buon livello, non consoni a club in corsa per la permanenza nella massima serie.

Tutto questo rende possibile questa iniziale alternanza in testa alla classifica e la conseguente assenza di un unico padrone nel campionato italiano. L'immagine perfetta dell'incertezza che contraddistingue la vigilia di ogni partita è rappresentata dalla Juventus. I bianconeri in graduatoria hanno 7 punti, 3 dalle capolista, 2 dalla zona retrocessione, hanno il miglior attacco con 12 gol fatti e la peggior difesa, al pari di Roma e Udinese, con 9 reti subite.

Con la consapevolezza che i veri valori, prima della fine del torneo, delle varie Inter, Milan, Juve e Roma usciranno, ma tenendo ben presente le sorprese che di consueto caratterizzano l'anno post Mondiale (occhio quindi a Lazio e Napoli), sono proprio i bianconeri di Torino che, guardando statistiche, scaramanzie e analogie, possono sorridere. Nella stagione 1971-1972, come già detto ultimo anno in cui nessuna squadra era imbattuta dopo 5 giornate, lo scudetto finì proprio alla Juventus, guidata da Capello, Causio, Bettega e Anastasi. Ma non solo: Inter e Lazio sono state insieme in testa alla classifica alla quinta giornata l'ultima volta nella stagione 1972-1973. Provate ad indovinare alla fine chi conquistò la scudetto? Sì, proprio la Juve. Altri tempi, altre storie, ma uguale iniziale equilibrio.

Enrico Turcato

 

I VOSTRI COMMENTI

Internazionalismi2010 - 18/10/10

E' un campionato scadente e senza padrone. La Juventus lo vincerà? Non lo so, ma, finché ci sarà la Lazio in testa non si può escludere NULLA. L'Inter è ancora la squadra favorita, le alternative restano Milan, Roma, Juventus, con Lazio e Napoli possibili sorprese. Ormai il ranking UEFA è chiaro: il cmapionato italiano vale MENO di quello tedesco. E bisogna iniziare ad abituarsi all'idea. La perdita di un posto in Europa dal 2012 certificherà la CRISI IRREVERSIBILE del calcio italiano. Prosit.

segnala un abuso

salvone83ct - 28/09/10

SECONDO ME ALLE FINE IL CAMPIONATO SE LO GIOCHERANNO INTER E MILAN NO VEDO ALTRE SQUADRE CHE POTRANNO VINCERE IL CAMPIONATO SONO LE SQUADRE PIU FORTI ANCORA SIAMO A L'INIZIO E SARA' VOLATA IN DUE BUON CAMPIONATO A TUTTI.

segnala un abuso

cedro70 - 28/09/10

Sono d'accordo con la seconda corrente di pensiero, cioè che le squadre medio-piccole hanno diminiuito il gap con le grandi...poi se corrono di + e hanno allenatori validi la differenza è sempre inferiore.

segnala un abuso

- 28/09/10

segnala un abuso

joseforever - 27/09/10

Sono d'accordo con Giovinco!!! Basta criticare...basta...mi avete rotto! Se non vi piace questo sito andatevene...io voglio parlare con gli altri utenti di calcio, non polemizzare con i giornalisti...che tanto sono tutti uguali...su tutti i siti!!!

segnala un abuso

GiovincoAlParma - 27/09/10

Furynick....si vede che di calcio non capisci nulla...cosa c'entra il Milan e il suo padrone in questo momento? Parli perchè hai la bocca o sei semplicemente stolto??? Cosa c'entra???? Ritardato!!! Articolo fazioso, non sai neanche che vuol dire!!!jioccahino92...prima di parlare leggi l'articolo...stupidone!!!! Non sai manco comprendere...il male di questo sito sono lettori come voi due!!!! Incapaci di leggere!!!

segnala un abuso

clar22 - 27/09/10

su FACEBOOK "QUELLI CHE NON VOGLIONO GIUSEPPE CRUCIANI A CONTROCAMPO" Quale contributo può dare ad una trasmissione sportiva come Controcampo? Se non intervenire con spropositi, senza avere la minima idea di cosa sia il calcio? ormai sono in tanti ad aver notato questo incompetente, arrogante, finto opinionista calcistico. a tanti sta già sulle palle e in numerosi si sono iscritti al gruppo. almeno Mughini era sincero e sapeva quello che diceva!

segnala un abuso

MeglioCalvoCheJuventino - 27/09/10

madyebo
concordo in pieno.

segnala un abuso