Anno nuovo, numero di maglia nuovo

L'ultima tendenza ha contagiato tutti

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Ronaldo (web)

Una vera e propria rivoluzione numerica. Tanti campioni, prima dell'inizio di questa nuova stagione, hanno annunciato una repentina modifica del numero sulla maglietta. Chi dopo una scelta ponderata, qualcuno per scaramanzia, chi semplicemente perchè aveva voglia di cambiare. Certo è che da Sissoko a Julio Cesar, da Pastore a Hernandez, in molti hanno dato il via a questa nuova tendenza. E il più famoso calciatore al mondo poteva tirarsi indietro?

Prima che nel 1995 la nostra Serie A introducesse la possibilità di personalizzare le magliette dei calciatori con i nomi, il numero 10 era sempre il più ambito. Da quel momento qualcosa è cambiato: la scelta del numero da abbinare al proprio nome è diventata per i professionisti del pallone un momento cruciale della stagione.

La fedeltà al proprio numero di maglia, col passare degli anni, si è persa completamente e, ad un mese dall'inizio di questa nuova stagione scopriamo un tanto curioso quanto preoccupante trend: con l'anno nuovo, si sceglie un numero nuovo.

Hanno cominciato Juventus e Palermo. Alla Juve Momo Sissoko ha deciso di prendersi la numero 5, abbandonando la 22 che "non mi aveva mai fatto vincere niente", ha confessato il maliano. Al Palermo i due giovani più talentuosi, Javier Pastore e Abel Hernandez, hanno rinunciato rispettivamente al 6 e al 90 per indossare il 27 e il 9. In realtà la 9 è stata lasciata libera da Antonio Nocerino, che ha optato per la 23 essendo, parole sue, "devoto a Padre Pio". Il 23, infatti, è la data della festa liturgica del Santo da Pietrelcina.

Il portiere dell'Inter, Julio Cesar, ha annunciato in un'intervista a Sportmediaset.it che, su consiglio di Orlandoni, visto il ritiro di Toldo, è passato dal 12 all' 1, simbolo per il portiere titolare. In Nazionale, però, questo numero non ha mai portato bene a Julio Cesar, palesemente non scaramantico.

A Napoli, nonostante l'iniziale apertura di Ezequiel Lavezzi che dichiarava "Cavani quando arriva può prendersi la mia 7", in tutte le uscite amichevoli ha indossato il solito numero di maglia. Facile prevedere una vera e propria discussione tra i due quando sarà il momento dell'assegnazione definitiva.

A proposito del numero 7, Cristiano Ronaldo continua ad urlare ai quattro venti che "Raul (andato allo Schalke) sarebbe felicissimo se io prendessi la sua camiseta". Eredità importante che l'attaccante portoghese non ha paura di raccogliere. D'altronde il 7 era il numero che lui indossava al Manchester e che aveva abbandonato lo scorso anno solo per rispetto del capitano delle merengues.

Le ultime due novità riguardano Roma e Fiorentina. Nella capitale il "nuovo" Adriano indosserà l'8, numero inedito nella sua carriera e che rappresenta un vero e proprio punto di svolta. Tra i viola Stevan Jovetic alcune volte in queste prime uscite amichevoli ha tenuto sulle spalle il numero 10. Che sia un avviso a Mutu (squalificato ancora per molto) in vista del giorno in cui si decideranno i numeri? Il montenegrino sembra proprio intenzionato a conquistare Firenze.

Enrico Turcato

I VOSTRI COMMENTI

roccia99 - 31/07/10

Ormai i numeri di maglia possono condizionare anche, i giocatori più seri come Mohamed Lanine Sissoko.forza sempre juve!!!!!!!!!!!!!!!!

segnala un abuso

SuperGigi1 - 31/07/10

X Dyablo1982
Ma cosa vai dicendo!hahahaha...il calcio si è ridotto cosi non per i numeri di maglia,ma a causa dei C0GLI0NI che indossano ste maglie!!Il vero motivo e che ormai non ci sono più gli UOMINI di una volta,non calciatori,ma UOMINI veri! Ormai il calcio è fatto di mercenari,ecco la rovina di questo sport! Ora ci sono i mercenari come ibrahimovic Balotelli...restano pochi CAMPIONI ormai..fuori e dentro il campo!!

segnala un abuso

Dyablo1982 - 31/07/10

Quel regolamento che consente ai giocatori di scegliersi il numero è una delle ragioni per cui il calcio è stato rocinato. Sembra una caxxata ma pensateci bene. Da quel momento ogni calciatore è diventato "azienda di se stesso" identificandosi non più con la maglia della squadra ma con il proprio numero, ed ha cambiato tutto! prima di allora Van Basten ad esempio, lo immaginavi con la maglia del Milan e poi pensavi al "9", capito ciò che voglio dire?

segnala un abuso

Antimo95 - 30/07/10

Il Pocho nelle amichevoli ha indossato il 9 e l'11 ._."

segnala un abuso

mori86 - 30/07/10

19 settembre 2010 TUTTI A UDINE, FORZA JUVE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

segnala un abuso

aliccio60 - 30/07/10

sul napoli ce un eroore...perchè lavezzi ha si dichiarato "Cavani quando arriva può prendersi la mia 7" ed infatti ha giocato le amichevoli con la magli numero 11!!!svegliaaaaaaaa

segnala un abuso

pbuons - 30/07/10

7_STELLE_Th.S33 MA SEI PROPRIO UN MAIALONE

segnala un abuso

zenoonez - 30/07/10

Questi sì che son problemi, la scelta del numero della maglia condiziona intere generazioni. Mi raccomando, pensateci bene e a lungo prima di decidere il numero.

segnala un abuso

7_STELLE_Th.S33 - 30/07/10

vai tranquillo, il gonfiore sta cosi fino alla sera, anche lunghia incarnita, mi e succeso un altra volta!
ma la massagiatrice si e fatta male poi o_O ..chisà xche

segnala un abuso