Leo: "Io e il Milan ci separiamo"

Galliani: decisione comune, mi dispiace

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Leonardo

Ormai lo sapevano tutti. Mancava soltanto l'annuncio. Che è arrivato nella conferenza stampa alla vigilia di Milan-Juventus. "Consensualmente comunichiamo che io e il Milan ci separiamo - ha detto Leonardo - E' tutto molto chiaro, siamo arrivati alla fine. Stamattina ci siamo incontrati e abbiamo deciso". Seduto accanto al tecnico c'era Adriano Galliani: "E' una decisione comune presa in amicizia, mi dispiace molto".

Era soltanto questione di ore. L'annuncio della fine dell'avventura di Leonardo sulla panchina del Milan è arrivato. Il tecnico brasiliano lascia dopo una sola stagione: un anno fa ha assunto l'incarico succedendo a Carlo Ancelotti. Il verdeoro ha alle spalle una lunga militanza milanista: 13 anni, prima come giocatore e poi come dirigente. Un'avventura non senza frizioni con il patron Silvio Berlusconi, che in più di un'occasione ne ha contestato il modo di far giocare la squadra ("Questa è una gran bella squadra, che avrebbe tutto per vincere. Se però la facessero giocare bene..."), . Fino a quella frase di Leo "Io e Berlusconi siamo incompatibili", che rendeva benissimo l'idea di una frattura insanabile.

Un addio, ma in amicizia: "Non sapevo cos'era fare l'allenatore, è stata un'esperienza straordinaria ma non so se lo farò in futuro, sicuramente non nei prossimi anni - ha aggiunto Leonardo - L'obiettivo Champions League, al quale io tenevo tantissimo, è raggiunto e stamattina abbiamo deciso di ufficializzare la scelta e l'abbiamo fatto in via Turati. Devo solo ringraziare il Milan che mi ha dato tutte le opportunità per fare qualsiasi cosa e quindi il mio è un ringraziamento infinito e unico". Sul futuro: "Non ho nessuna offerta da nessuno nè per essere allenatore nè per essere dirigente".

"Ho impiegato molta fatica anche l'anno scorso a convincerlo a fare l'allenatore questa stagione. Abbiamo deciso così - ha detto Galliani - Diciamo che siamo arrivati naturalmente a questa decisione comune. Non c'è uno che lascia l'altro, è una risoluzione consensuale concordata con amicizia, stima e l'affetto di sempre". Sul successore l'ad rossonero è chiaro: "Il Milan non ha contattato nessuno, c'è assolutamente tempo. Non è una decisione da prendere in pochi giorni, anzi, ce ne impiegheremo molto di più".

I VOSTRI COMMENTI

markols - 15/05/10

secondo una mia personale opinione al milan servono sopratutto un terzino un centrale e un promettente esterno
abbiati
antonini t.silva M.RICHARDS DRENTHE
pirlo ambrosini
PEDRO LEON ronaldinho
pato borriello

non credo ke la societa vendedo huntelaar e i vari oddo kaladze & company non possa acquistare questi 3 giocatori e poi investire su alcuni giovani promettenti della primavera....... un saluto a tutti e sempre forza milan!!!!!!

segnala un abuso

mick1676 - 15/05/10

Grande Leo, apprezzo il tuo orgoglio e la tua signorilità nei confronti del Berlusca, arrogante e presuntuoso come sempre e abituato a comandare e denigrare i suoi "sudditi".
Sei riuscito a fare anche troppo con quella squadra di cadaveri.
Mi raccomando però...non fare lo sbaglio di accettare incarichi dirigenziali nel milan...dagli questo ulteriore smacco!

segnala un abuso

mr.vale88 - 15/05/10

Grazie Leo,la tua umiltà e intelligenza,dinanzi alla dilagante banalità di mlt tecnici di altre squadremi rendono ancor+fiero di esser milanista!P.S:a tutti i milanisti:fiducia alla dirigenza,il lavoro cn la Primavera è eccellente.la programmazione vale+di1colpo di mercato strapagato(vedi Barca)e ank ridurre gli ingaggi è sacrosanta:10mln l'anno x giocare a calcio?Poi dal 2013 x entrar in Champions ci vorran i conti apposto e allora rideremo di Utd,Chelsea,Real e dei cugini!SEMPRE forza Milan!

segnala un abuso

campaTeam - 15/05/10

x kantp77
sono interista ma sono completamente daccordo con te!leonardo x carità è una bravissima persona xo come allenatore ha molto da imparare e il fatto di non aver fatto gavetta lo penalizza!
certo se il milan quest anno ha fallito non è certo solo x colpa sua ma x colpa della società e della squadra!

segnala un abuso

Kantp77 - 15/05/10

Umanamente sono molto dispiaciuto per l'addio di Leonardo, signore sempre. Dal punto di vista tecnico onestamente non lo vedevo pronto e l'uomo giusto per questo Milan, che forse ha bisogno di un sergente più che di un padre. Troppi senatori e troppi galletti in primis Seedorf... Vorrei un mister che mandi in panchina i senatori e che sia condottiero.

segnala un abuso