Le simpatiche battute di Prisco

Alcuni degli interventi pi esilaranti sulla Juve

peppino prisco (foto tratta da internet)

Peppino Prisco, acerrimo e simpatico nemico juventino, scomparso il 12 dicembre 2001, scrisse un libro intitolato "Pazzo per l'Inter" edito da Baldini Castoldi. Ecco alcune sue divertenti battute sulla Juventus.

"Se stringo la mano a un milanista mi lavo le mani, se stringo la mano a uno juventino mi conto le dita"

"Il rigore dello juventino su Ronie? Non furto. Quando c' la Juve sempre ricettazione. Gli juventini a volte confessano i furti ma mai la refurtiva" (dopo la vicenda Iuliano - Ronaldo)

"In Juve - Inter ci sono state spesso anche lamentele contro gli arbitri: il guaio che sono sempre le nostre"

"Ho avuto anche tante amarezze. Per esempio nei miei primi anni di tifo vinceva sempre la Juve anche se l'Inter giocava benissimo e quando si parla di bieco ventennio io ricordo che per me fu davvero bieco fin quel quinquennio bianconero"

"Il mio sogno? L'Inter batte la Juve a tempo scaduto con un gol segnato in fuorigioco o con la mano. Meglio se in fuorigioco e con la mano"

2 dicembre 200908:44

  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Microsoft Live
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark
[an error occurred while processing this directive]