Denis riprende il Milan al 93'

Rossoneri avanti con Inzaghi e Pato: finisce 2-2

Pato e Inzaghi

Pigliatela pure da dove preferite, ma questa storia è decisamente rock. La rimonta del Napoli, un Milan finalmente luccicante nel primo tempo, il mancino al volo di Cigarini, le parate di Dida, l'incredibile striscia dei partenopei in versione notturna sotto la gestione De Laurentiis (38 partite,: 32 vittorie, 6 pareggi, 0 sconfitte). Napoli-Milan finisce 2-2. Per la gioia dei cuori partenopei. Per il dispiacere degli occhi rossoneri.

La squadra di Leonardo parte forte. Forse troppo a vedere i titoli di coda. Seedorf dopo tre minuti mette Inzaghi davanti a De Sanctis. Palla sporca sulla trequarti, tocco gentile dell'olandese per Pippo che lascia rimbalzare e porta in vantaggio il Milan. Altri tre minuti e Zambrotta sparacchia dalla propria difesa. Prima Seedorf e poi Inzaghi allungano la traiettoria di testa. L'arcobaleno diventa un assist in velocità per Pato. Solo ancora davanti allo stizzito De Sanctis raddoppia. La difesa a quattro di Mazzarri è un sacchetto bucato. Aronica a sinistra non vede nemmeno Pato e forse per inerzia Grava è portato a stringere verso il centro sparigliando le distanze nel reparto. Equilibri che non funzionano.

Il 4-3-3 di Leonardo è molto raggruppato, stretto e accartocciato. Compatto in poche parole. Il primo tempo scivola via sull'onda dell'uno-due. Il Napoli non punge. Vuoi per il 4-2-3-1 abulico, vuoi per l'attenzione che i rossoneri mettono in ogni particolare. Per vedere il Napoli bisogna prendersi un po' di tempo. Fino all'alba della ripresa. Dove Dida si ricorda di essere stato un super eroe. Maggio, Gargano, Quagliarella e Hamsik sbattono sulle sue manone. Dieci minuti di tentativi rispediti al mittente e il Napoli torna nella cuccia. Al 65' Inzaghi sbaglia a porta vuota e a quattro minuti dalla fine Abate (autore di due diagonali pazzesche e risolutive) si fa espellere per doppia ammonizione. A cambi ultimati, la creatura di Leonardo perde forse un punto di riferimento che nno riacquisterà più.

Cigarini al novantesimo riporta De Laurentiis sulla sua poltroncina con un mancino al volo da antologia. Tre minuti dopo Thiago Silva perde Denis per un secondo e l'argentino lo frega. Il Napoli ottiene il pareggio nei minuti preferiti da Mazzarri. Quei minuti ai quali Leonardo avrebbe voluto volentieri fare a meno. 

LE PAGELLE

Inzaghi 6,5
Il brand principale dell'azienda è sempre quello. Buttarla dentro senza curarsi dei dettagli. Dopo 180 secondi spaccati ha già portato a termine il suo compito principale. Altri 180 e spizza la palla di testa quel che basta per spedire Pato nel box di De Sanctis. Sbaglia a porta vuota nella ripresa in precario equilibrio. Con il senno di poi sarebbe stato il vero colpo decisivo.

Pato 6,5 Imperatore in esilio laggiù sulla destra. Leonardo lo vuole appollaiato sulle spalle di Aronica. Il quale è possente, ma non rapido. Il papero è un buon avamposto. Anche se il gol nasce al limite dell'area rossonera. La sua partita essenzialmente è tutta in quel tocco davanti De Sanctis. Dite che è poco?

Leonardo 6 Il mistero di San Leonardo non sarà forse mai svelato. Però deve aver trovato la chiave per aprire la scatoletta del tempo. Un giro alle lancette indietro di 60 minuti e il suo Milan inizia a giocare quando l'arbitro fischia l'avvio. Lo fa talmente bene che in dopo sei minuti ci sarebbe anche la voglia di andare a visitare la città. Quando Dida inanella una triplice pennellata, sembra intenzionato a lasciare il calcio. Dopo quello giocato, anche quello da tecnico. Stupito di tanta grazia. Bravo Leo: ora spiegaci in un'epistola la tua tolleranza verso Nelson. Ma la coperta è corta e così adesso deve tenere svegli i ragazzi fino al novantesimo. Anche se la rimonta subita è figlia di una gemma estratta dal nulla di Cigarini.

Dida 9 Nella smorfia napoletana il 9 rappresenta la figliolanza. E nei giorni cupi in molti lo hanno anche apostrofato al riguardo... Per Dante il 9 era la massima espressione dell'amore divino in quanto 3, numero perfetto, al quadrato. E di divino stasera ha avuto tutto. Nemmeno un laser fastidioso piantato negli occhi lo ha seccato. I miracoli su Maggio, Gargano, Quagliarella e Hamsik avrano fatto liquefare il sangue di qualcuno? Non vogliamo abbassare il voto nemmeno dopo aver visto i gol subiti. Quello di Cigarini è inarrestabile. Quello di Denis un po' meno. Però ricorda quello di Gerrard nella finale di Istanbul del 2005.

Mazzarri 5 La difesa a quattro è un errore che paga subito. Nemmeno il tempo di porsi la domanda e i rossoneri gli indicano con due sberle la gaffe tattica. Poi c'è anche l'inconsistenza del tridente alle spalle di Quagliarella, l'incapacità di inventare qualcosa a centrocampo e un portiere che si mette a parare. Soprattutto su ques'ultimo punto pare ci fosse grande disappunto sulla panchina partenopea... La rimonta è figlia dell'estemporaneità di un gesto. Non si culli su codesto 2-2. Lo sa sicuramente.

Cigarini 7,5 Mancino al volo che fa tremare il San Paolo. Da quella genialata nasce la rimonta napoletana. Un sinistro sganciato a occhi chiusi che sa tanto di impresona.

Denis 7 A Firenze assist a Maggio per il gol vittoria. In casa, zuccata per il pareggio al terzo minuto di recupero. Trasforma in oro tutto ciò che gli passa sotto i piedi. Amuleto.

Matteo Brega

IL TABELLINO
NAPOLI-MILAN 2-2
Napoli
(4-2-3-1): De Sanctis 6; Grava 5,5, Campagnaro 6 (22' st Datolo 6), Rinaudo 5, Aronica 6; Pazienza 6 (18' st Cigarini 7,5), Gargano 6,5; Maggio 5,5, Lavezzi 6, Hamsik 6; Quagliarella 5,5 (26' st Denis 7). (A disposizione: Iezzo, Cannavaro, Bogliacino, Rullo, Inacio Pià). All. Mazzarri
Milan (4-3-3): Dida 9; Abate 6, Thiago Silva 5,5, Nesta sv (8' pt Kaladze 6), Zambrotta 6; Ambrosini 6,5, Pirlo 5,5, Seedorf 6,5; Pato 6,5, Inzaghi 6,5 (28' st Borriello 6), Ronaldinho 5,5 (16' st Flamini 6). (A disposizione: Roma, Oddo, Antonini, Huntelaar). All. Leonardo
Arbitro: Rizzoli di Bologna
Marcatori: 3' pt Inzaghi (M), 6' pt Pato (M), 45' st Cigarini (N), Denis (N)
Espulso: 41' st Abate (M) per doppia ammonizione
Ammoniti: Abate (M), Pirlo (M), Campagnaro (N), Rinaudo (N), Grava (N), Aronica (N)

28 ottobre 200900:21

  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Microsoft Live
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark

I VOSTRI COMMENTI

interista che azzecca sempretutto sul milan - 01/11/09

pronostico stagione milan:
impossibile che il milan raggiunga ul 4 posto.quindi dal 5 al 15 posto.
in champions non vincerete mai più.
in campionato non vincerete mai più.le beccherete con il cagliari,forse con la lazio se zaratino si sveglia.poi qualche vittoria contro squadrette e infine 5 passi falsi consecutivi. non vedo l'ora che le beccate.io invece mi vinco il mio scudetto come da molti ammi ormai e me ne esco fuori dalla champions ma non me ne frega niente.

max's - 30/10/09

avanti con i Gobbi......ridimensioniamo anke loro....Forza Napoli!

antonello - 30/10/09

PER PIACERE CAMBIATE CHI METTE LE PAGELLE!!!! MAZZARRI 5, LAVEZZI 6, MAGGIO 5,5 di sicuro nn ha visto la partita

MALDINI 4E - 30/10/09

DIDA 8: raul non crederà ai racconti di hamsik, lavezzi e maggio. RITROVATO
INZAGHI 7: l'importante, di questi tempi, è mattarla dentro. cioè il suo hobby. BOMBER
RONALDINHO 5: la promessa che fece a inizio anno dov'è? IMMOBILE
CIGARINI 7: un gol stupendo, come la rimonta che lui inzia. CINICO
DENIS 7: non spreca l'unica occasione datagli da mazzarri per dimostrare di non essere un flop. MARCATORE

Van Basten - 30/10/09

Caro Paolo 77 io nn vi ho mai kiamati spazzattura..io credo ke bisogna moderarsi

napoli nel cuore - 30/10/09

milanisti è inutile che parlate perchè la vostra squadra fa schifo.nn siete riusciti a chiudere una partita che avete giocato di rimessa cn un napoli sempre sbilanciato siete ridicoliiiii

Francesco - 30/10/09

mazzarri 5 lavezzi 6 ma questo è un ignorante -.-

[an error occurred while processing this directive]