Il Barcellona è campione d'Europa

In finale a Roma Manchester battuto 2-0

Eto'o in festa dopo il gol

Con un gol per tempo il Barcellona ha completato la sua straordinaria stagione (Liga e Coppa del Re) vincendo per la terza volta nella storia la Champions League. Nella finale di Roma i blaugrana hanno superato per 2-0 il Manchester United detentore del titolo. Decisive le reti di Eto'o al 10' del primo tempo e di Messi al 25' della ripresa. Red Devils mai pericolosi con il solo Cristiano Ronaldo all'altezza delle aspettative.

L'Olimpico non è il Colosseo, Barcellona e Manchester non sono gladiatori, ma l'atmosfera che si respira nella Capitale prima del fischio d'inizio è quella degli scontri epici che hanno fatto la storia dell'umanità. La parola d'ordine è una sola: nessun tatticismo, si gioca per vincere.

Lo United parte subito forte con tre occasioni per Cristiano Ronaldo, ma è il Barça a colpire al primo affondo. La difesa inglese si perde Eto'o, il camerunese si inventa una magia e supera un Van der Sar non senza colpe: 1-0 dopo dieci minuti. I Red Devils presi di sorpresa si affidano al loro numero 7 portoghese, che però è troppo solo per mettere paura alla retroguardia di Valdes. L'armata (per l'occasione) bianca fa fatica a guadagnare metri e quando sono i blaugrana a tenere palla, danno l'impressione di poter colpire in ogni momento. Così il primo tempo scivola via senza altre emozioni.

Nell'intervallo Ferguson decide di ridisegnare il suo centrocampo, inserendo Tevez e spostando Giggs in cabina di regina. Ma è il Barcellona a sfiorare il raddoppio. Prima Henry ubriaca Ferdinand, ma da posizione angolata spara su Van der Sar. Poi Xavi fa risuonare il palo con una punizione dal limite. Un doppio avvertimento che il Manchester non ascolta e viene punito.

Poco prima della mezzora Messi mette la parola fine sulla finale, alzandosi in cielo e insaccando di testa, lui che è alto meno di un metro e settanta. Giggs e compagni sono definitivamente in ginocchio e non c'è nessun segno che possa far pensare a una delle proverbiali rimonte dei sudditi di Sua Maestà.

Finisce così, con le lacrime degli sconfitti e la gioia dei vincitori (prima squadra spagnola a far sua la "triple crown"), la partita che ha consacrato Guardiola, Messi e il Barcellona sovrani d'Europa.

LA PARTITA MINUTO PER MINUTO

LE PAGELLE
Puyol 7,5
Il capitano coraggioso guida una difesa incerottata con grinta e testa. Dalla sua parte non si passa e anzi è lui uno dei più pericoloso dei suoi in fase offensiva. Alla fine sfiora anche il gol che lo avrebbe incoronato come il migliore in campo
Messi 8 Per una volta decide di mettersi più al servizio della squadra che di sé stesso, ma quando cambia passo è sempre imprendibile. Chiude la partita segnando di testa: il Pallone d'Oro è suo
Eto'o 7 Tocca praticamente un solo pallone in tutta la partita, ma non lo sbaglia. Un anno fa lo davano per partente, adesso è entrato nella storia del Barça
Henry 5,5 Non si vede per tutto il primo tempo e all'inizio del secondo si mangia un gol clamoroso. O'Shea lo tiene discretamente a bada e se ci riesce lui che non è certo un fenomeno, vuol dire che il francese è in serata no
Vidic 4,5 Un suo svarione dà il là alla disfatta del Manchester, ma oltre alla responsabilità sul primo gol, sono i suoi tanti errori e quel senso di insicurezza generale a contagiare tutta la difesa
Ferdinand 5 Partita senza infamia e senza lode se non fosse per quel buco sul raddoppio di Messi. Avere sulla coscienza un gol di testa da parte del "nano" argentino è una macchia indelebile
Ronaldo 6,5 Parte gasato, cercando la porta su punizione e dalla distanza. Tira la carretta da solo per tutti i primi 45 minuti. Nel secondo tempo cala e vedersi sfuggire di mano la coppa che dodici mesi fa era stata sua gli fa perdere anche la testa
Rooney 5,5 Sarà perché non ha le sue scarpette magiche (rubate o dimenticate, non si sa bene), ma Wayne è l'ombra di se stesso e non punge quasi mai

Alberto Gasparri

IL TABELLINO
Barcellona-Manchester Utd 2-0
Barcellona (4-3-3): Valdes 6,5; Puyol 7,5, Piqué 6,5, Touré 6, Sylvinho 6,5; Busquets 6, Xavi 7, Iniesta 7 (48' st Pedro Rodriguez sv); Messi 8, Eto'o 7, Henry 5,5 (27' st Keita 6). In panchina: Pinto, Caceres, Muniesa, Krkic, Gudjohnsen. All. Guardiola
Manchester Utd (4-3-3): Van der Sar 6; O'Shea 5,5, Ferdinand 5, Vidic 4,5, Evra 5; Carrick 5, Anderson 5 (1' st Tevez 5), Giggs 5,5 (30' st Scholes 5); Park 4,5 (21' st Berbatov 5), Ronaldo 6,5, Rooney 5,5. In panchina: Kiszczak, Rafael, Evans, Nani. All. Ferguson
Arbitro: Busacca (Svi)
Marcatori: 10' Eto'o (B), 25' st Messi (B)
Ammoniti: 16' Piqué (B), 33' st Ronaldo (M), 35' st Scholes (M), 48' st Vidic (M)
Espulsi: -

27 maggio 2009

  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Microsoft Live
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark

I VOSTRI COMMENTI

christian - 03/08/09

iniesta è senza dubbio il c.c. + forte al mondo ma anke xavi fa paura, cmq sec. me è + forte fabregas di xavi

christian - 29/07/09

il barcellona ha avuto grandi botte di fortune a vincere sta champions:
col bayern ha vinto 4-0 ma tra i tedeschi nn c'erano lahm lucio klose podolski (andata) e schweinsteiger e klose (ritorno), col chelsea ha (stra)pagato l' arbitro ovrebo quindi nn doveva arrivare in finale

christian - 01/07/09

CHE FORTUNA HA AVUTO IL BARCELLONA AD AVERE VINTO LA CHAMPIONS, NN FOSSE X L'ARBITRO OVREBO LA FINALE ERA COME L' ANNO SCORSO MANCHESTER-CHELSEA MA CMQ GUARDIOLA 6 UN FENOMENO LO STESSO: 4-0 AL BAYERN (CAMPIONE DI GERMANIA 2007-08), 5-2 AL LIONE (CAMPIONE DI FRANCIA 2007-08) E 6-2IN CASA DEL REAL (CAMPIONE DI SPAGNA 2007-08) MANCAVA SOLO L' INTER CAMPIONE D' ITALIA 2007-08

christian - 01/07/09

ECCO LE PAGELLE
ANDERSON 4
CRISTIANO RONALDO 6,5
VIDIC 4,5
MESSI 8 ETO'O 7,5
XAVI E INIESTA 8,5
GUARDIOLA 8,5

christian - 01/07/09

GUARDIOLA SI E' DIMOSTRATO + BRAVO DI FERGUSON, HA SOLO 40 ANNI E HA FATTO VINCERE TUTTO QUEL CHE C' ERA DA VINCERE AL BARCELLONA LIGA (SEGNANDO IN TUTTO 105 GOL),COPPA DEL RE E CHAMPIONS (BATTENDO IL MIGLIOR ALLENATORE AL MONDO FERGUSON). SEC. ME CMQ è + FORTE C. RONALDO D MESSI PERO' SE MESSI VINCE IL PALLONE D' ORO IL 50% DEI MERITI VA ATTRIBUITO A XAVI E INIESTA

LINK CORRELATI

PHOTOGALLERY

[an error occurred while processing this directive]