Follia Muntari-Boateng: entrambi espulsi dal Ghana e dal Mondiale

I due giocatori espulsi per atti di violenza contro il c.t. e lo staff

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Boateng e Muntari, IPP

Finisce in anticipo il Mondiale di Kevin-Prince Boateng e di Sulley Muntari. I due giocatori, passato e presente del Milan, si sono resi protagonistidi altrettanti episodi di violenza: Boateng avrebbe insultato il c.t. Appiah, senza poi mostrare rimorso, mentre Muntari avrebbe schiaffeggiato un membro della comitiva ghanese, Moses Armah. Il risultato? Entrambi cacciati dal ritiro del Ghana e dal Mondiale.

I due comunicati ufficiali, apparsi sul sito della Ghana FA, sono diretti e inequivocabili:
"La Ghana Football Association (GFA) ha approvato la decisione del c.t Kwesi Appiah di sospendere Kevin-Prince Boateng a tempo indeterminato dalle Black Stars. La decisione ha effetto immediato. La decisione è stata presa dopo i volgari insulti verbali di Boateng nei confronti del coach Kwesi Appiah durante l'allenamento della squadra a Maceio, questa settimana. Boateng non ha mai mostrato rimorso per le sue azioni, il che ha accelerato la decisione. L'accredito di Boateng per la Coppa del Mondo 2014 è stato ritirato con effetto immediato".
Per quanto riguarda Muntari il senso è lo stesso: "La Ghana Football Association (GFA) ha sospeso Sulley Ali Muntari a tempo indeterminato dalle Black Stars, con effetto immediato. La decisione è stata presa a causa dei suoi gratuiti attacchi fisici diretti contro un membro del Comitato Esecutivo e del Management, il signor Moses Armah, il giorno 24 giugno 2014 durante un meeting. L'accredito di Muntari per la Coppa del Mondo 2014 è stato ritirato con effetto immediato".
Per i due, questa sospensione potrebbe significare un addio definitivo alla Nazionale.

LA VERSIONE DI BOATENG

Intervistato dalla "Bild", l'attaccante dello Schalke04 ha poi fornito la sua personale versione dei fatti: ""Ieri c'è stato uno scontro durante l'allenamento. Con Muntari abbiamo scherzato, gli ho detto che aveva toccato il pallone con la mano. Mi ha risposto di no, e io gli ho detto ridendo 'Ehi, tu sei l'arbitro o cosa?' Abbiamo riso entrambi, ma l'allenatore ci ha chiesto il perchè. Abbiamo risposto che andava tutto bene, ma lui ci ha cacciato fuori dal campo. Dopo l'allenamento sono andato al pullman per chiedergli se aveva un minuto per parlare, se aveva qualcosa contro di me, ma ha iniziato ad inveirmi contro. Mi ha anche insultato con parole come 'Vaff...'. Nessuno deve credere che sono stato io a insultarlo. E' stato lui a farlo. Ora tornerò a casa e auguro ai miei compagni i migliori auguri per la partita contro il Portogallo".
Poco dopo, ecco il tweet di Prince, che chiarifica la situazione.

IL TWEET DI BOATENG

TAGS:
Calcio
Brasile 2014
Muntari
Boateng
Ghana
Milan

I VOSTRI COMMENTI

maga_pa - 26/06/14

A ROMA C E IL CIRCO MASSIMO...A'MILANO IN LEGA FANNO RIDERE IL MONDO..

segnala un abuso

kaisersozhe - 26/06/14

poi ci stupiamo del razzismo... ancora si giudica una persona se ha dei tatuaggi... COSAS DE LOCOS!

segnala un abuso

lukafe - 26/06/14

prince nel piccolo milan ha vinto uno scudetto, ah forse vi eravate dimenticati......

segnala un abuso

mariapaolo - 26/06/14

guardate il look ..come fanno le donne a vederli tutti tatuati..una volta...si diceva altro e disprezzati...sembra una mappa ...che bruttura..o poi vederli giocare..a quando si vede o si vedevano da vicino i vari RIVERA -MAZZOLA -DE SISTI-BARESI-ALTOBELLI-GENTE VERA E SANA...Per me le società dovrebbero mettere un po di ordine..inultimo vedi IL CAPITANO ZANETTI...SENZA DIMENTICARE CAMBIASSO..FIGO e molti altri...REGOLE di vita calcistica....

segnala un abuso

delpiero1983 - 26/06/14

reputo balotelli uno molto completo che ha molto ancora da mostrare ma che dovrebbe comportarsi da uomo e affrontare i suoi problemi che sono insiti a mio modo di vedere nei rapporti con i suoi genitori naturali...mario nn ti hanno abbandonato ma solo dato una possibilita di arrivare dove sei!accetta le tue radici riconosci tua figlia dedicandole del tempo e vedrai che anche il resto ti riuscira al meglio

segnala un abuso