Nba, colpo Raptors a Milwaukee

I Raptors passano 105-99 al Fiserv Forum grazie ai 35 punti di Kawhi Leonard e fanno saltare il fattore campo

  • A
  • A
  • A

Una vittoria separa Toronto dalle prime Finals Nba della propria storia. I Raptors espugnano il Fiserv Forum di Milwaukee in gara-5 con il punteggio di 99-105, conquistano la prima vittoria esterna nella serie e si portano sul 3-2, facendo saltare il fattore campo. Protagonista assoluto, il solito Leonard, che chiude con 35 punti, 9 assist e 7 rimbalzi. Per i Bucks, spalle al muro, è la prima volta in stagione in cui perdono tre partite in fila.

MILWAUKEE BUCKS-TORONTO RAPTORS 99-105 (serie 2-3)
I Toronto Raptors stanno riscrivendo la propria storia partita dopo partita. Sotto 2-0 nella serie contro Milwaukee, i canadesi hanno improvvisamente cambiato marcia, trovando tre vittorie in fila e portandosi addirittura in vantaggio nella serie. In gara-5, al Fiserv Forum, finisce 99-105 per la squadra di coach Nick Nurse, che sorprende i Bucks sul proprio parquet, fa saltare il vantaggio del fattore campo e si porta a una sola vittoria dalle prime, memorabili Finals Nba della propria storia. Un successo dal peso specifico enorme per Toronto, visto che è la prima volta nell'intera stagione in cui Milwaukee perde tre partite in fila. Per riuscire nell'impresa, serviva una gara pressoché perfetta e così a stato. A cominciare dalla prova monstre del solito Kawhi Leonard, che disputa un match da assoluto protagonista, chiudendo con 35 punti, 9 rimbalzi, 7 assist e ben 5 triple a bersaglio sulle 8 tentate. Una prova a tutto tondo, encomiabile su entrambi i lati del parquet: l'ex San Antonio Spurs corre, difende, ruba il pallone, riparte in contropiede e non perdona in attacco. Per la quarta volta in questa serie supera quota 30 punti, mentre è la settima in questi playoff in cui scollina i 35: soltanto un certo LeBron James, negli ultimi 30 anni, è riuscito a fare meglio. Leonard non è però l'unico 'eroe' della partita: impossibile non spendere due parole per la prova di Fred VanVleet, autore di 21 punti in uscita dalla panchina, che mette a referto la bellezza di 7 triple sulle 9 conclusioni tentate dell'arco dei 3 punti. Insieme con loro, chiudono in doppia cifra anche Kyle Lowry e Pascal Siakam: il primo orchestra alla grande l'attacco di Toronto e realizza 17 punti, conditi da 7 rimbalzi e 6 assist, il secondo aggiunge una doppia doppia da 14 punti e 13 rimbalzi, battagliando sotto alle plance con Antetokounmpo e Lopez. Per Milwaukee, ora, non è più possibile sbagliare. Per la prima volta, nel momento più delicato della propria stagione, i Bucks incappano nel terzo ko consecutivo, che li mette con le spalle al muro. La squadra di coach Mike Budenholzer sembra avere perso lo smalto dei primi due episodi della serie, così come Giannis Antetokounmpo, incapace di trascinare e di elevare le prestazioni dei propri compagni. Il 'Greek Freak' chiude con 24 punti, 6 rimbalzi, 6 assist e il 50% dall'arco, un bottino tutto sommato solido, ma che non basta per abbattere le resistenze dei coriacei Raptors. A dare manforte al probabile MVP della stagione ci provano Eric Bledsoe (20 punti), Malcom Brogdon (18 punti) e Brook Lopez (16 punti), mentre manca il contributo dell'altro All-Star della squadra, Khris Middleton, che si ferma a quota 9 punti, con un pessimo 2/9 dal campo. Il problema di Milwaukee è sempre quello: quando i Bucks possono correre sono, insieme con Golden State, la miglior squadra della lega; quando invece devono provare ad attaccare la difesa schierata, perdono di efficacia, ritmo e mordente. In gara-6, che potrebbe anche essere l'ultima nella stagione di Milwaukee, ci sarà bisogno del contributo di tutti per provare a fermare la striscia di Toronto, lanciatissima verso la più grande impresa della propria storia.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments