Nba: Gallinari e i Clippers più forti di Golden State

Tonfo degli Spurs di Belinelli contro Sacramento, Toronto cade a sorpresa contro New Orleans

Nba: Gallinari e i Clippers più forti di Golden State

Una serata di Nba che Gallinari e i Clippers non dimenticheranno molto facilmente, dato che hanno superato i Warriors 116-121 nonostante la tripla doppia di Durant. Male Belinelli con San Antonio, che cade contro Sacramento 99-104, così come Toronto, ko contro New Orleans 126-110. Ok Oklahoma contro Phoenix (101-118), mentre Philadelphia archivia la pratica Miami. Bene anche Washington, Dallas, Utah e Minnesota.

ORLANDO MAGIC-WASHINGTON WIZARDS 109-117
Successo importante per Washington, che riesce così a rialzarsi, nonostante Orlando sia stata in partita fino all’ultimo. Un match equilibratissimo, infatti entrambe le squadre rispondono colpo su colpo: i primi tre quarti, incredibilmente, si concludono in parità (30-30, 25-25 e 28-28); nell’ultimo quarto poi sono i Wizards a piazzare i punti vincenti per portarsi a casa il match. Molto bene tra le fila dei Magic Ross e Fournier, rispettivamente autori di 21 e 20 punti, mentre Gordon e Vucevic chiudono con una doppia doppia ciascuno: il primo con 18 punti e 10 rimbalzi, il secondo invece con 17 punti e 11 rimbalzi. Grande prestazione per Wall, che risulta alla fine il top scorer della gara con 25 punti, oltre ad aver servito 10 assist ai compagni, invece Beal in 37’ ne fa 21 di punti, infine ci sono Green e Howard con 18 e 17 punti.

PHILADELPHIA 76ERS-MIAMI HEAT 124-114
Nona vittoria stagionale per Philadelphia, che questa volta ha avuto la meglio su Miami, che invece fa registrate l’ottavo ko in questo campionato. Sixers che hanno condotto per la maggior parte, andando sotto nel parziale solamente nel secondo quarto (32-36), per il resto hanno controllato bene gli avversari. Straordinario Embiid, vero trascinatore di questa squadra, che ha fatto vedere grandi giocate, ma soprattutto una doppia doppia di 35 punti e 18 rimbalzi, segue a ruota Redick, che con i punti si ferma a 25, bene anche Simmons (13). Dall’altra parte non bastano i 22 punti del solito Dragic, prestazioni discrete invece per Richardson (17) e Whiteside, doppia doppia con 13 punti e 11 rimbalzi.

NEW ORLEANS PELICANS-TORONTO RAPTORS 126-110
Il campionato di basket Nba riserva tante sorprese, una di queste riguarda sicuramente il ko di Toronto contro New Orleans. I Pelicans hanno giocato una partita sontuosa, non lasciando scampo ai Raptors, tenendoli sempre dietro in tutti e quattro i quarti di gioco. Numeri altissimi per i giocatori con la casacca di New Orleans: partiamo dal migliore, ossia Moore, che in 35’ ha messo a referto la bellezza di 30 punti; non sfigurano i suoi compagni di squadra Davis e Holiday: il primo centra una doppia doppia con 25 punti e ben 20 rimbalzi, il secondo invece di punti ne fa 29, però si mette al servizio della squadra con i suoi 14 assist. Toronto delusa e arrabbiata, nonostante i 22 punti di Slakam e i 20 di Leonard, mentre Ibaka chiude invece con 19 punti e 14 rimbalzi.

DALLAS MAVERICKS-CHICAGO BULLS 103-98
Match molto combattuto tra due squadre che, come lo scorso anno, non hanno un record particolarmente positivo, specie Chicago. Dallas mette in campo cuore e anima e, tranne che per il secondo quarto, non permette all’avversaria di superarla negli altri parziali. Serata in grande spolvero per Barnes, che ha aiutato la propria squadra a vincere grazie ai suoi 23 punti, mentre Jordan si conferma meglio nei rimbalzi, 16, che nei punti, solo 6. Solita egregia prestazione di LaVine, 26 punti, ma alla fine non serve ai fini del risultato.

UTAH JAZZ-MEMPHIS GRIZZLIES 96-88
Partita molto combattuta quella tra Utah e Memphis, ma alla fine sono i primi a poter esultare. Una partita che ha visto molti errori da un lato e dall’altro, sebbene i Jazz hanno conquistato il successo soprattutto al buon parziale del terzo quarto (34-26). Non bastano ai Grizzlies i 24 punti di Conley e i 16 di Gasol, dato che Ingles mette a referto 19 punti mentre Gobert una doppia doppia di 15 punti e 16 rimbalzi.

BROOKLYN NETS-MINNESOTA TIMBERWOLVES 113-120
Ottavo stop stagionale di Brooklyn, che è costretta a cedere il passo a Minnesota. I Nets partono meglio rispetto agli avversari, ma il secondo e terzo quarto sono fatali, dato che i Timberwolves riescono ad accumulare un vantaggio non indifferente, poi decisivo ai fini del risultato. Grande prestazione di D’Angelo Russel, che mette a referto ben 31 punti, unico dei Nets a crederci fino all’ultimo. Dall’altra parte invece 23 punti per Rose, doppia doppia di 25 punti e 21 rimbalzi per Towns e 24 punti per Teague, che si mette in mostra anche per gli 11 assist.

PHOENIX SUNS-OKLAHOMA THUNDER 101-118
Successo importante per Oklahoma, che fa registrare l’ottava vittoria in questa stagione, mentre Phoenix incassa l’undicesima sconfitta. Thunder sempre sul pezzo che, tranne per il terzo quarto, tiene a bada i giocatori avversari con dei parziali importanti. Non bastano ai Suns i 21 punti di Warren e i 19 di Booker; serata importante invece per Paul George, 32 punti in 35’, seguito dai 20 di Schroder e dai 18 di Adams.

SAN ANTONIO SPURS-SACRAMENTO KINGS 99-104
Sacramento che ha cominciato questo campionato con un ritmo completamente diverso da quello precedente: questa volta è riuscita a sorprendere anche San Antonio. Una partita molto equilibrata, dato che fino alla fine del terzo quarto gli Spurs sono sotto solo di un punto, poi nell’ultimo non riescono a recuperare e vengono sopraffatti dai Kings. 23 punti per DeRozan, mentre Aldridge si ferma a una doppia doppia di 14 punti e 18 rimbalzi, serata negativa invece per il nostro Marco Belinelli, che ha giocato solo 18’ mettendo a referto solamente 3 punti. Protagonisti per Sacramento sono stati Bogdanovic, 22 punti, e Fox, 19.

GOLDEN STATE WARRIORS-LOS ANGELES CLIPPERS 116-121 OT
Notte perfetta per i Clippers, che disputano una gara straordinaria contro la squadra campione in carica. Un match molto tirato, che ha visto il prolungamento fino al primo supplementare per decretare un vincitore. Golden State che si perde un po’ nel terzo quarto, recuperando poi nell’ultimo, all’overtime però è Los Angeles ad avere la meglio e a far incassare la terza sconfitta in questo campionato ai campioni dei Warriors. Durant e Thompson giocano, come al solito, alla grande, realizzando rispettivamente una grande tripla doppia (33 punti, 11 rimbalzi e 10 assist) e 31 punti, mentre Green si mette in mostra solo per i rimbalzi, 14. I Clippers invece si sono affidati ai 25 punti di Williams, ai 23 di Harrell e ai 14 del nostro Danilo Gallinari, sempre più importante in questa squadra, bene anche Alexander con 18 punti.

TAGS:
Basket
Nba

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X