Nba, playoff: Warriors avanti, Raptors sul 3-2

Golden State non fallisce il match point casalingo e fa 4-1 su Portland, Toronto piega Miami ed è ad un passo dalla finale dell'Est

Nba, playoff: Warriors avanti, Raptors sul 3-2

Due gare 5 nella notte dei playoff Nba. I Golden State Warriors piegano 125-121 degli incredibili e sorprendenti Portland Trail Blazers, chiudono 4-1 la serie e volano per il secondo anno consecutivo alla finale della Western Conference. Ad Est i Toronto Raptors battono 99-91 i Miami Heat all'Air Canada Centre e si portano in vantaggio 3-2 nella serie: sono ad un passo dalla prima finale di Conference della loro storia.

All'Air Canada Centre i Toronto Raptors battono 99-91 i Miami Heat e sono ad un passo dalla prima finale di Conference della loro storia. In una serie risidegnata a causa degli infortuni dei due centri titolari Valanciunas e Whiteside, Toronto ritrova finalmente la sua coppia di guardie, con DeRozan autore di 34 punti e Lowry con 25, 10 rimbalzi e 6 assist: sono loro a firmare prima l'allungo sul +12, e poi a respingere il ritorno degli Heat, con Lowry che ha infilato la tripla del 93-87 e poi il tiro decisivo del 95-89 a 23 secondi dalla sirena. Agli Heat non bastano i 20 punti dell'eterno Dwyane Wade: sabato notte a Miami gara 6.

Alla Oracle Arena i Golden State Warriors non falliscono il match point, battono 125-121 dei commoventi Portland Trail Blazers chiudendo 4-1 la serie e per il secondo anno di fila volano in finale della Western Conference. I Blazers giocano molto bene e all'intervallo sono avanti 63-58 grazie a 21 dei 28 punti finali di Lillard. Al rientro dagli spogliatoi si accendono gli Splash Brothers, Curry e Thompson, che a suon di triple sorpassano sul 93-91 a fine terzo quarto. Nell'ultimo periodo è Curry, che prima della gara ha festeggiato il secondo titolo di Mvp davanti al suo pubblico, a infilare i canestri decisivi per stendere definitivamente Portland: bomba del +7 a 3 minuti dalla fine poi, dopo l'ennesima replica dei Blazers con McCollum, 27 punti, ecco la tripla del 121-116 a 26 secondi dalla sirena che fa esplodere il palazzo e manda i titoli di coda. Alla fine sono 29 punti con 11 assist per Steph mentre Thompson è il miglior marcatore con 33 punti.

TAGS:
Nba
Warriors
Golden State