Nba Finals: gara 1 ai Warriors

Cavs battuti 104-89, Curry non brilla con 11 punti

  • A
  • A
  • A

Le Nba Finals iniziano con la vittoria di Golden State in gara 1. I Warriors hanno battuto 104-89 Cleveland restando sempre in controllo del match. Per i campioni in carica ben sette giocatori in doppia cifra con Livingston che, a sorpresa, è stato il migliore mettendo a segno 20 punti. Per l'mvp della stagione Curry solo 11 punti. Ai Cavs non è bastata la coppia composta da Irving (26 pt.) e LeBron James (23 pt.)

Due squadre stanche, è questa la sensazione di gara-1 tra Warriors e Cavs. E per gli appassionati di basket non è certo il miglior viatico in vista di una serie spettacolare. La differenza nel primo confronto tra le due corazzate la fanno le panchine, in tutti i sensi: coach Kerr capisce presto le difficoltà di Curry e Thompson e riduce il loro minutaggio, venendo ripagato da una grande prova dei cosiddetti comprimari. Tyronn Lue invece tira dritto col solito quintetto, e alla lunga paga dazio.

Kerr rispolvera Iguodala, Mvp delle scorse Finals, e lo piazza in marcatura su James. Il Re annaspa ma firma comunque 23 punti, meglio di lui fa solo Irving con 26 ma 7/22 dal campo. Love si ferma invece a 17, anche se il peggiore per i Cavs è J.R. Smith, con soli 3 a referto. Dalla panchina dei padroni di casa esce un Livingstone da 20 punti, da quella degli ospiti non esce nessuno: ecco la chiave del successo degli Warriors in gara-1. Secondo atto nella notte tra domenica e lunedì.