Nba: LeBron da sogno, rimontona Spurs

Tripla doppia di James nel primo successo casalingo dei Cavs sui Pelicans. Knicks ancora ko, Rose trascina Chicago

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

LeBron James (Afp)

Una tripla doppia di LeBron James (32 punti, 12 rimbalzi e 10 assist) fa volare Cleveland che, battendo 118-111 New Orleans, brinda alla prima vittoria casalinga della stagione. Successo in rimonta per gli Spurs che vincono 89-85 allo Staples Center contro i Clippers. Derrick Rose torna nel quintetto base di Chicago e, con 24 punti e 7 assist, trascina i Bulls al successo (102-91) su Detroit (assente Datome). Crisi nera per i Knicks.

Porta il timbro di LeBron James la prima vittoria casalinga di Cleveland che alla Quicken Loans Arena batte New Orleans 118-111. King James mette a referto una tripla doppia (32 punti, 12 rimbalzi e 10 assist) ma non sono da meno gli altri due Big Three dei Cavs: Irving firma 32 punti (27 dei quali nel secondo tempo), Love chiude con uno score di 22 punti con 6/9 da tre. Ai Pelicans non bastano i 27 di Davis. Primo successo esterno della stagione per i campioni in carica di San Antonio: sotto 75-82 a 5’22” dalla sirena, gli Spurs piazzano un terrificante parziale di 14-3 ed espugnano lo Staples Center piegando 89-85 i Clippers. Il mattatore è Kawhi Leonard: l’Mvp delle Finals dello scorso anno chiude con 26 punti, il suo record in carriera. Brillano anche Tim Duncan (18 punti + 11 rimbalzi) e Tony Parker che realizza 9 dei suoi 13 punti nell’ultimo e decisivo periodo. Per i Clippers in chiaroscuro la prova di Blake Griffin, che chiude con una doppia doppia (23 punti + 10 rimbalzi) ma perde due palle consecutive che consentono agli Spurs, nella fase più calda della partita, di conquistare il primo vantaggio. Torna finalmente a sorridere Derrick Rose che, dopo avere saltato quattro delle ultime cinque partite per un problema alla caviglia, torna nel quintetto base di Chicago e, con 24 punti e 7 assist, mette la sua firma nel successo dei Bulls sui Pistons: finisce 102-91 con Gigi Datome ancora in panchina. Si ferma a sei la striscia di sconfitte consecutive di Indiana: i Pacers, trascinati dai 29 punti di Hibbert, battono 97-86 i Jazz e centrano il secondo successo stagionale dopo quello ottenuto all’esordio contro Philadelphia. E’ crisi nera per New York che al Madison Square Garden incassa la quinta sconfitta di fila nonostante l’ottima prova di Carmelo Anthony (25 punti, 9 rimbalzi e 7 assist per lui). A fare festa è Atlanta che si impone 91-85 con 19 punti di Milsap. Gli Hawks avevano battuto New York anche a domicilio lo scorso sabato.

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento