Basket, Serie A: cuore Varese, Cantù s'inchina

Il derby lombardo della 1a giornata finisce 93-84 in favore della squadra di Pozzecco, commosso per il ritorno al PalaWhirpool

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Pozzecco, Ipp

Esordio in campionato col turbo per Varese, che guidata dalla panchina da un vulcanico Gianmarco Pozzecco e trascinata in campo dalle prodezze di Diawara si aggiudica per 93-84 il derby della 1a giornata di Serie A contro Cantù. In un PalaWhirpool tutto esaurito per il ritorno del Poz, la formazione di Sacripanti rimane in scia per tre quarti grazie alla vena realizzativa di Johnson-Odom, arrivando però col fiato corto nell'ultimo periodo.

Che a Masnago sia la serata giusta per cominciare bene in campionato lo si capisce dalla presentazione delle squadre, con il pubblico di casa che manda l'applausometro fuori giri quando lo speaker annuncia per la prima volta il nome del nuovo tecnico di Varese, con Pozzecco che non trattiene le lacrime e sfodera allo stesso tempo la classica grinta. Varese parte subito fortissimo, con cinque punti in fila firmati Diawara (saranno 28 alla fine per l'ex Denver Nuggets) l'ex Olimpia Kangur. La reazione di Cantù nel primo periodo è rabbiosa, ed i brianzoli mettono subito le cose in chiaro, prima andando sul + 2 (8-10) e poi portandosi sul -6 alla fine del primo quarto grazie al buzzer beater sulla sirena da parte di Stefano Gentile. Il primo periodo finisce 21-15 per i padroni di casa, ma il secondo quarto ai punti va all'Acqua Vitasnella, che tira con il 60 percento dall'arco dei tre punti, con Johnson-Odom e Feldeine in ritmo, e fa valere la maggior fisicità sotto canestro. Nonostante tutto i padroni di casa vanno al riposo sul 42-38.

Nel terzo periodo il match vive di strappi: Pozzecco pesca pochissimo dalla panchina, affidandosi soprattutto alla vena realizzativa di Deane, autore di 14 punti. Il vero protagonista è sempre però Diawara, un rebus per la difesa di Sacripanti, con il tecnico di Cantù che prova invano a fermare il gioco spalle a canestro dell'ala ex Miami Heat. Nell'ultimo periodo è proprio una tripla di Diawara a dare il massimo vantaggio (+16) a Varese, che a quattro minuti dalla fine, pensando di aver già chiuso l'incontro, permette agli avversari di tornare fino sul -6 grazie a due penetrazioni di Johnson-Odom. Un urlaccio dalla panchina di Pozzecco richiama all'attenzione i giocatori biancorossi, che con due contropiedi firmati Robinson e Daniel (9 rimbalzi totali con 13 punti per lui) chiudono la pratica.

Alla sirena finale Pozzecco può lasciare scorrere tutte le emozioni in un'esultanza furiosa, e per Varese, che aveva perso entrambi i derby della scorsa stagione contro Cantù, potrebbe essere l'inizio di qualcosa di importante. Cantù rimandata al prossimo match di campionato, da giocare in casa contro Avellino.

TAGS:
Varese
Cantù
Basket
Serie a

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento