Nba: imminente il divorzio tra Kidd e i Nets

Dopo una sola stagione Brooklyn si separerà dall'allenatore che voleva assumere anche il ruolo di presidente. Anche Messina tra i candidati a sostituirlo

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Jason Kidd, foto Afp

Dopo una sola stagione da capo allenatore dei Brooklyn Nets, è imminente il divorzio tra Jason Kidd, arrivato in panchina un momento dopo essersi ritirato come giocatore, e la franchigia di proprietà del magnate russo Mikhail Prokhorov. Alla base della separazione c'è un tentativo di scalata al potere da parte dello stesso Kidd che la dirigenza non ha gradito. Ora i Nets dovranno cercare un nuovo allenatore mentre Kidd dovrebbe andare ai Milwaukee Bucks come dirigente.

Kidd, che l'estate scorsa ha firmato un quadriennale da 10 milioni di dollari, ha chiuso la stagione portanto i Nets ai playoff nonostante un inizio disastroso e un rapporto non facile col general manager Billy King. Proprio per questo motivo l'ex playmaker dei Knicks sarebbe andato da Prokhorov per chiedere il licenziamento di King e prendere in mano anche la gestione sportiva della franchigia (stava già organizzando uno scambio per cedere Brook Lopez e Teletovic), ma la proprietà ha detto no e così si è arrivati alla rottura. Ora Kidd potrebbe andare ai Milwaukee Bucks per rivestire il ruolo di presidente delle operazioni cestistiche, come Phil Jackson ai Knicks in sostanza, contando sull'amicizia con Marc Lasry, suo ex consigliere finanziario (e ex socio di minoranza dei Nets), ora comproprietario dei Bucks. I Nets invece sono alla caccia di un nuovo allenatore: il favorito è Lionel Hollins davanti a Mark Jackson ma non è escluso il nome di Ettore Messina, che viene dato come prossimo assistente di Popovich ai San Antonio Spurs ma potrebbe cambiare idea su esplicita richiesta di Prokhorov, che lo conosce dai tempi del CSKA Mosca.

TAGS:
Nba
Jason kidd
Brooklyn nets
Messina

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento