Basket: Milano torna campione, il digiuno è finito

L'Olimpia targata EA7, nonostante tante difficoltà, riesce a conquistare uno scudetto che mancava dal 1996 e a regalare la prima gioia al patron Armani

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Basket: Milano torna campione, il digiuno è finito

Milano è campione d'Italia: dopo 18 anni di vacche magre le Scarpette Rosse tornano ad abbracciare uno scudetto, il 26esimo, che mancava dal 1996, dalla Stefanel di Nando Gentile, Fucka e Dejan Bodiroga. E' stata dura, ben 7 gare di una serie finale combattutissima contro una Montepaschi Siena orgogliosa e mai doma: Milano, però, ha vinto con merito davanti a un pubblico meraviglioso dopo una stagione regolare dominata con autorità.

Sembrava l'anno giusto, doveva essere l'anno giusto e così è stato per l'Olimpia Milano. La formazione di coach Luca Banchi, fatto arrivare proprio da Siena come Hackett, Moss e Kangur per cercare l'ultimo definitivo salto di qualità vincente, non ha fallito il principale obiettivo di inizio stagione. L'EA7 Emporio Armani, per l'ennesimo anno favorita ai blocchi di partenza dopo aver costruito un roster più che completo che ha sfiorato le Final Four di Eurolega, salva una stagione che poteva essere considerata fallimentare dopo essere uscita anche al primo turno nelle Final Eight di Coppa Italia, tra l'altro in casa.
 
Milano, avanti 2-0 nella serie finale dopo le prime due gare, è stata costretta a vincere gara 6 in trasferta con un miracolo di Jerrells per restare a galla e in gara 7 davanti al proprio pubblico, non ha sbagliato, ha vinto la partita e ha dato inizio alla festa. Un successo meritato che è un premio per il sostegno di pubblico unico, capace di riempire praticamente sempre i quasi 13mila seggiolini del Mediolanum Forum di Assago e di piazzarsi numerosi davanti ai maxischermi piazzati in città proprio in occasione della serie finale.
 
Dopo aver rischiato l'ennesimo crollo, la corazzata con Langford, uno dei primi cinque giocatori d'Europa, con Alessandro Gentile (scelto al secondo giro del Draft Nba dagli Houston Rockets), con Samardo Samuels, con David Moss, e con tutti gli altri, ha saputo riorganizzare le idee, compattarsi e rialzarsi dopo la sconfitta casalinga di gara 5, scacciando anche i fantasmi di quanto accaduto nelle Final Eight e poi nella serie dei quarti di Eurolega contro il Maccabi Tel Aviv, squadra sulla carta più debole ma più abituata a giocare per vincere quando la pressione è parecchia.
 
La gioia più grande è per il patron Giorgio Armani, un autentico mecenate che ha deciso di investire in una passione, la pallacanestro, e che dopo tanti insuccessi gli ha regalato sil primo grande trionfo. Alla sesta stagione della sua gestione (arrivato nell'estate 2008 rilevando il club da Giorgio Corbelli e di fatto salvandolo dal fallimento), ha potuto assaporare la prima gioia: per lui, alla quarta finale in 6 anni sempre contro la rivale Siena, ecco una vittoria unica e indimenticabile.
 

TAGS:
Olimpia Milano
Basket

I VOSTRI COMMENTI

Supermarco1012 - 28/06/14

@ ChrisPaul3
Si ma infatti anche quelle di Siena lo erano, però questo non rende la mia opinione senza senso o meno vera; io ce l'ho con i giocatori di Siena che hanno abbandonato la nave, l'EA7 ha vinto nn con un progetto tecnico ma acquistando il pacchetto vincente da Siena (un po come ha fatto l'Inter con i giocatori della Juve retrocessa); sarebbe stato più bello che l'EA7 vincesse nelle stagioni scorse (x es quella del lockout nba col ritorno di Gallinari) Rimane cmq una mia opinione!

segnala un abuso

dust56 - 28/06/14

Sbaglio c'è qualcuno che rosica...

segnala un abuso

ChrisPaul3 - 28/06/14

Supermarco1012
Certo. Quella dell'Olimpia è la vittoria dei $, le 7 di Siena invece sono arrivate grazie allo spirito santo.Loro non avevano budget enormi(anche superiori a Milano quest'anno)quando prendevano mcCalebb o andersen.L'altro concetto che non ha senso.Da Siena sono arrivati un coach che scambierei volentieri con crespi o sacchetti, kangur (7 min di media ai play off) hacket che ha giocato da hacket per meno della metà della mezza stagione vissuta qui e moss. 4 elementi su 15...

segnala un abuso

rossonerisiamnoi - 28/06/14

Finalmente dopo tante delusioni Milano vince, chissà se sarà l'inizio di un nuovo ciclo

segnala un abuso

Supermarco1012 - 28/06/14

Praticamente la finale era Siena vs Siena2 (dove Siena2 ha sede a Milano e veste di rosso) 18 anni di attesa e per vincere si è comprato in blocco una parte vincente da un'altra squadra, vittoria dei $

segnala un abuso

romathebest - 28/06/14

ora aspettate altre 18 anni per vedere vincere lo scudetto di calcio al milan GHAHAGHAGHAGAGAAGHGAHA GODOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

segnala un abuso