Basket, playoff Serie A: Milano è Gentile, Sassari espugnata

L’Olimpia vince 83-76 dopo un tempo supplementare in gara-3 di semifinale e si porta sul 2-1 nella serie: grande prova del capitano dell’Olimpia

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Gentile e Diener, foto IPP

Trascinata da un grande Alessandro Gentile (25 punti), l’Olimpia Milano batte 83-76 Sassari in gara-3 della semifinale scudetto dopo un tempo supplementare e si porta sul 2-1 nella serie. Sempre avanti nel punteggio, la squadra di Banchi si addormenta nell’ultimo quarto e viene raggiunta dalla Dinamo a 2" dalla sirena. Si va all’overtime ed è una tripla di Gentile a mettere il punto esclamativo sulla partita. Giovedì gara-4 ancora in Sardegna.

Decisamente meglio l'Olimpia in avvio. Moss dà la scossa con la prima tripla dell'incontro, poi sono Gentile (8 punti nel primo quarto), Samuels (7) e un reattivo Melli (4) a portare la squadra di Banchi sul +9. Male la Dinamo dall'arco (0/5). All’inizio del secondo quarto Milano scappa sul 30-15, ma la Dinamo si sveglia e piazza un parziale terrificante di 12-0. L'Olimpia va in confusione e la sintesi del momento no sono le due palle perse in modo grossolano da Langford e Jerrells. E' Kangur, con una tripla dall'angolo e un canestro allo scadere, a ridare il +9 alla squadra di Banchi: si va all'intervallo lungo con Milano avanti 41-32. Dopo il riposo subito due triple di Gentile e Melli, il 6-0 di parziale fa volare Milano a +15. Sassari non molla, si aggrappa a Travis e Drake Diener e torna sotto. Momento caldo della partita, e si accende anche la lampadina di Langford che firma 5 punti consecutivi. Il terzo quarto si chiude con Milano avanti 60-48.

Ma non è finita: Sassari non muore mai, piazza un parziale di 8-0 (6 di Thomas) e torna a -4. E’ Kangur a interrompere il blackout dell’Olimpia, ma Thomas è incontenibile e trascina i suoi fino al -3. Finale incandescente, tutto in bilico al PalaSerradimigni. E’ una bomba di Caleb Green a 3’27” dalla sirena a siglare il 65-65. Dalla lunetta Drake Diener replica a Langford, poi è un canestro da sotto di Gentile a dare il +2 a Milano. A 2 secondi dalla fine fallo di Hackett su Thomas che va in lunetta e non sbaglia. L’ultima palla è per l’Olimpia, ma Samuels viene arginato da Gordon e tira fuori tempo massimo: si va all’overtime. Caleb Green firma il canestro del primo sorpasso Sassari in tutto l’incontro (73-71) ma per il Banco di Sardegna il vantaggio è illusorio: Langford mette i liberi decisivi, poi è una tripla con brivido di Gentile (ferro, palla che si impenna e buca la retina) a regalare il +6 a Milano. L’ultimo punto della partita è di Jerrells dalla lunetta. Finisce 83-76 per Milano, che manda quattro uomini in doppia cifra: Gentile (25), Langford (16), Samuels (16) e Melli (11). A Sassari, che chiude con 7/32 dall’arco, non bastano i 18 di Caleb Green e i 17 di Drake Diener. Giovedì gara 4 ancora al PalaSerradimigni.

TAGS:
Milano
Sassari
Basket
Playoff

I VOSTRI COMMENTI

agentexx - 04/06/14

Non ho parole. Ma Banchi è in stato catatonico? Come fa ogni volta che un quintetto va bene a disfarlo? e poi quando prende parzialoni rimane con lo sguardo perso nel vuoto. Hacket è il suo pupillo e il suo vero valore è questo. In questa squadra manca un play VERO (ed infatti alla fine del terzo 17 palle perse !!!!). Per ultimo ha distrutto un pivot dominante come Laval. Facile allenare quando ti fischiano tutto a favore

segnala un abuso

pensopositivo - 04/06/14

Non si possono sprecare cosi tante energie quando hai le gare in pugno... pare che non sia servita la lezione dell'Eurolega!

segnala un abuso

dust56 - 04/06/14

Sacchetti è 10 volte meglio di Banchi!

segnala un abuso

SIMANI - 04/06/14

Complimenti all'Olimpia che senza il suo capitano non so se avrebbe vinto... Sassari rimane in corsa e penso che possa ancora far vedere tutto il suo valore!!!

segnala un abuso

ChrisPaul3 - 03/06/14

Mai, mai una volta che vinciamo senza soffrire...Sassari più intensa ma con un capitano così non si potevano perdere 2 gare su 3...è pensare che al forum c'era chi invocava cerella in quintetto col capitano relegato a 10 minuti "perchê è un montato"

segnala un abuso

conterosso-di-maggio - 03/06/14

Bene per la vittoria. L'atteggiamento di farsi sempre recuperare, però, va rivisto e va corretto per la prossima stagione. Ancora un complimento all'avversario Romeo Sacchetti che - professionalmente parlando - mi piace davvero tanto

segnala un abuso