Gallinari vede la luce: "L'anno prossimo vi farò divertire"

Poi uno sguardo alla sua Olimpia: "Vincerà la scudetto, situazione difficile in Eurolega"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ANGIOLO RADICE

Gallinari, AFP

Danilo Gallinari più carico che mai. Il Gallo, che sta recuperando dall'infortunio al ginocchio, ha tanta voglia di tornare sul parquet e sta facendo di tutto per essere pronto per la prossima stagione che si prospetta molto interessante: "Sono carico e sicuro che vi farò divertire in tv", questa la promessa dell'azzurro dei Denver Nuggets nell'intervista esclusiva a Sportmediaset.it fatta da Angiolo Radice. Poi sull'Olimpia Milano: "Vincerà lo scudetto, ma in Eurolega la situazione è difficile".

L'INTERVISTA

L'INTERVISTA

Partiamo subito dalle tue condizioni fisiche: come stai? Il ginocchio va bene?
"Va tutto bene, sta andando tutto per il verso giusto. Ora starò a Denver ancora un mese per finire la riabilitazione, ma ho già iniziato a correre e saltare. Il ginocchio, a tre mesi dall'operazione, sta rispondendo molto bene. Sono contento!"

Quindi ora qual è il tuo programma?
"Sarà un estate tra vacanze e lavoro. Farò avanti e indietro con l'Italia. Poi a fine agosto tornerò definitivamente a Denver dove inizierò un allenamento personale prima di iniziare il ritiro con la squadra di fine settembre"

Che stagione sarà?
"L'obiettivo è quello di migliorarsi sempre. Sono molto carico. Agli italiani, e non solo, posso solo dire che li farò divertire in tv. Ne sono sicuro"

I Denver Nuggets hanno confermato 2/3 della squadra: può cambiare qualcosa con il mercato?
La società è convinta che con questa squadra sana possiamo fare bene. C'è una base buona, poi in estate non si sa mai. Si può fare bene, noi giocatori ci crediamo!"

Che rapporto c'è con il coach Brian Shaw?
"Ottimo, è una persona super. Sono sicuro che avrà una lunga carriera in Nba. Tutti noi siamo molto contenti di giocare per lui. E' molto vicino a noi, in pratica è un allenatore giocatore. Qui lo chiamano player-coach. Possiamo dire che é molto easy. Abbiamo parlato molto insieme in questo periodo. Tutti e due siamo pronti per la prossima stagione".

In questo periodo ti ha dato molta attenzione nonostante il tuo infortunio: è una cosa normale in Nba?
"Succede con i giocatori importanti della squadra su cui la società investe parecchio: è giusto che sia così"

Belinelli può vincere l'anello Nba?
"Me lo auguro per lui. Ha la possibilità di farlo e gli Spurs si meritano l'anello più di tutti per quello che hanno fatto in stagione. Penso che però i favoriti siano gli Oklahoma City Thunder"
Gallinari vede la luce: "L'anno prossimo vi farò divertire"

Dalla Nba all'Italia: Milano vincerà lo scudetto?
"Penso che MIlano vincerà, anche se vincere non è mai facile e quindi non si può dire che lo farà in scioltezza. E' la squadra più forte e in Italia non c'è nessuna squadra in grado di batterli sulle 7 partite. Impossibile vincere contro l'Olimpia. Sono un po' di parte, ma sono contento di quello che stanno facendo".

Ma in Eurolega le cose non sembrano andare per il verso giusto?
"Ho visto in tv gara-3 con il Maccabi e adesso si fa dura però l'Olimpia è più forte di loro e ha tutto per rialzarsi e fare andare per il verso giusto la serie. Se si mette a giocare come sa può battere chiunque. La situazione mentale è difficile perché ora sono obbligati a vincere due partite di fila, prima a Tel Aviv e poi a Milano".

L'altra tua grande passione è il Milan: come vedi la stagione dei rossoneri?
"E' una stagione positiva se si arriva in Europa League. Sono abituato a vedere gli aspetti positivi. Siamo stati gli ultimi italiani a rimanere in Champions League, abbiamo fatto meglio della Juve che ha un budget superiore del nostro. I tifosi devono capire che i tempi sono cambiati e le strategie di società sono diverse: la situazione non è più quella di una volta".

Seedorf è da confermare?
"Sì certo, ma ero contento anche con Allegri che al primo anno ha vinto lo scudetto. Poi sono arrivati dei risultati un po' così... Ma ne ero un sostenitore. Però, ora, non si può non essere dalla parte di Clarence".

Per finire, cosa farai dopo l'esperienza in America? 
"Voglio giocare qui fino a quando avrò 35 anni, giocare 16-17 stagioni in Nba è il mio sogno. Ci sono giocatori che ci sono riusciti e voglio farcela anche io. Quindi spero ancora 10 anni qui e poi torno all'Olimpia. Posso permettermi solo quella maglia, le altre non esistono". 
TAGS:
Danilo Gallinari
Nba
Basket
Olimpia
Milano

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento