Nba: Memphis batte Phoenix e va ai playoff

I Grizzlies staccano l'ultimo biglietto disponibile per la post season; un super Belinelli non basta a San Antonio

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Marco Belinelli (Afp)

Anche a Ovest si chiude il quadro delle partecipanti ai playoff Nba: nella notte i Grizzlies vincono 97-91 a Memphis, condannando i Suns a terminare la stagione e aggiudicandosi l'ultimo posto libero per la post season. Cade San Antonio: Belinelli fa il top scorer con 17 punti, che però non bastano ad evitare il ko a Houston. Stessa sorte per i Thunder, battuti dai Pelicans di uno strepitoso Evans. Male anche Miami, sconfitta a Washington.

Trascinati dai 32 punti (e 9 rimbalzi) di Zach Randolph i Grizzlies vanno avanti: è proprio Memphis a partire col piglio giusto, ma il terzo quarto termina sul 67-67, con i Sun in ripresa. Si deciderà tutto all'ultimo quarto, con una giocata del duo Randolph-Conley a chiudere le danze. E ora tocca a Dallas: i Mavericks devono ancora giocare a Memphis, per una gara fondamentale per stabilire gli abbinamenti playoff. A Oves non sorride San Antonio: gli Spurs crollano a Houston 104-98. Un ottimo Belinelli firma 17 punti (il migliore fra i suoi), ma arriva la sconfitta: va ricordato però il minutaggio limitato concesso a Tim Duncan (30), Manu Ginobili (22) e Tony Parker (26). Dwight Howard non perdona: 20 punti, come Terrence Jones, uno in meno di Chandler Parsons, ed ecco il successo. Notte complicata anche per Okc: i Thunder perdono 101-89 sul campo dei Pelicans, spinti in alto dal career-high di Tyreke Evans, capace di mettere a referto ben 41 punti. E proprio al cospetto di Kevin Durant: "solo" 25 punti per KD, nella serata di Serge Ibaka, top performer con una doppia doppia da urlo (22 punti e 16 rimbalzi). A Est la sconfitta di Miami 114-93 a Washington chiude i giochi per la leadership: ride Indiana, che affronterà Atlanta ai playoff. Negli Heat non c'è LeBron James, e si vede: Trevor Ariza ne fa 25.

Gli altri incontri: a Philadelphia i 76ers battono 113-108 i Celtics, così come i Raptors si impongono 110-100 sui Bucks: è la vittoria numero 48 in stagione, record di sempre per Toronto, che va a cancellare le 47 delle stagioni 2006/2007 e 2000/2001. Successo esterno per i Bobcats, vincenti 95-93 sul campo degli Hawks, così come i Lakers (41 punti di Young), corsari 119-104 a Utah. I Bulls regolano 108-95 Orlando e Golden State chiude 130-120 su Minnesota, blindando il sesto posto a Ovest.

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento