Nba: Heat ko al secondo overtime, Harden stende i Thunder

Miami perde 122-121 in casa con Minnesota, i Rockets battono Oklahoma con 39 punti di James Harden

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

James, Harden, foto AFP

Grandi emozioni nella notte Nba: dopo 4 vittorie consecutive si ferma la corsa degli Heat, sempre in vetta ad Est. Miami, infatti, perde in casa 122-121 dopo 2 overtime contro Minnesota nonostante i 34 punti di LeBron James. Eroe dei Timberwolves è Kevin Love con 28 punti. Ad Ovest James Harden (39 punti) vince la sfida a distanza con Kevin Durant (28 punti) trascinando i suoi Rockets al successo (111-107) su Oklahoma.

Non si sono di certo annoiati i tifosi accorsi all'American Airlines Arena di Miami per seguire gli Heat impegnati con i Timberwolves. Mario Chalmers ha l'opportunità di regalare alla franchigia campione in carica Nba il successo sul finire del quarto quarto ma riesce a mettere nella retina solo uno dei due tiri liberi concessi a 3 secondi dalla sirena. Sulla ripartenza di Minnesota Kevin Love (28 punti e 11 rimbalzi) lascia partire una bomba da 3 che danza sul ferro prima di uscire. All'overtime sembra di assistere a un replay con Chalmers che segna il secondo libero del 109-109 e Love che non trova la tripla. La gara si decide solo sulla sirena del secondo overtime con Ray Allen che sbaglia il tiro della disperazione. E' un successo però inutile per i Timberwolves, fuori dai playoff.

Al Toyota Center di Houston i Rockets sconfiggono 111-107 i Thunder nonostante i 28 punti con 11 rimbalzi di Kevin Durant che si prende sulle spalle Oklahoma ma non riesce ad avere la meglio di un sontuoso James Harden che chiude la sua gara con 39 punti, 9 rimbalzi e 7 assist. Con questa vittoria Houston mantiene il quarto posto a Ovest mentre i Thunder restano secondi. Ancora una volta Gigi Datome osserva dalla panchina la sconfitta dei suoi Pistons (116-104) sul campo dei Nets che in casa sono un vero rullo compressore (15 vittorie consecutive). Shaun Linvingston segna 23 punti per Brooklyn che chiude i conti già al termine del terzo quarto. Prosegue il periodo di alti e bassi per Indiana che, sul parquet di Toronto, perde 102-94 nonostante i 26 punti di un ispirato Paul George. Tra le fila dei Raptors buone prestazioni di Terrence Ross (24 punti) e di Jonas Valanciunas (22 punti). A Est Pacers sempre secondi dietro agli Heat, terzi i Raptors.

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento