Nba: Spurs indomabili, crollano Miami e Indiana

San Antonio vince 99-90 sul campo di Golden State con 15 punti di Belinelli. Gli Heat perdono a New Orleans, Pacers ko a Memphis

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Belinelli, AFP

San Antonio legittima il primo posto ad Ovest vincendo 99-90 sul difficile campo di Golden State. Ottima la prova di Belinelli, autore di 15 punti. Agli Heat non bastano i 25 di LeBron James per sbancare New Orleans. I Pelicans infatti si impongono 105-95 con un sontuoso Anthony Davis in doppia doppia con 30 punti e 11 rimbalzi. Ad Est crolla anche la capolista: Indiana perde 82-71 sul parquet di Memphis: solo 8 i punti messi a segno da Paul George.

Nonostante le assenze di Tim Duncan e Manu Ginobili arriva la tredicesima vittoria consecutiva per gli Spurs, già certi di accedere ai playoff. La squadra texana sta vivendo uno straordinario momento di forma e alla Oracle Arena di Oakland regola 99-90 i Warriors di Stephen Curry che chiude la serata con 20 punti all'attivo, 6 rimbalzi e 6 assist. Belinelli gioca 27 minuti siglando 15 punti con 3 rimbalzi e 3 assist. San Antonio vola grazie ai 20 di Tony Parker e alla doppia doppia messa a segno da Tiago Splitter (17 punti con 14 rimbalzi).

Anthony Davis vince la sfida a distanza con LeBron James che, nel terzo quarto resta vittima di una brutta distorsione alla caviglia. ‘The King’, però, resta in campo anche nell'ultimo parziale chiudendo la sua gara con 25 punti, 9 assist e 8 rimbalzi. I Pelicans trionfano 105-95 spinti dai 30 punti di Davis con 11 rimbalzi.

Gli Heat restano al secondo posto ad Est dietro Indiana che, però, esce sconfitta 82-71 sul campo dei Grizzlies che agguantano l'ottavo posto ad Ovest, l'ultimo valido per l'accesso ai playoff. Per Memphis sono 21 i punti di Mike Conley mentre Zach Randolph chiude in doppia doppia (18 punti con 13 rimbalzi). I Pacers faticano ad entrare in partita e solo Lance Stephenson (15) e David West (10) chiudono in doppia cifra. Gigi Datome, infine, guarda ancora una volta dalla panchina la sconfitta (112-103) dei suoi Pistons allo Staples Center contro i Clippers, spinti da Chris Paul (28 punti e 15 assist) e da Blake Griffin che chiude con 25 punti.

TAGS:
Basket
Nba
Miami
San antonio
Belinelli

I VOSTRI COMMENTI

kikoes - 23/03/14

Come volevasi dimostrare....nell' NBA....se manca un elemento è la fine.
Gli SPURS arrancavano senza il grande Duncan (lasciamo perdere l'assenza di ieri).....ma tutto sommato dal suo rientro i SA non si sono fermati piu'. La ferita della finale è ancora aperta....

segnala un abuso