Nba: Belinelli da 10, San Antonio espugna Chicago

Un super Durant rianima i Thunder; riparte anche Indiana, Golden State sgambetta Dallas

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Belinelli, AFP

Non si ferma la corsa di San Antonio: gli Spurs vincono 104-96 a Chicago e festeggiano il settimo successo di fila. Marco Belinelli, partito dalla panchina, gioca 28 minuti e mette a referto 10 punti. Un grande Kevin Durant, autore di 42 punti, trascina i Thunder al successo contro i Rockets. Torna a sorridere Indiana che, dopo quattro ko consecutivi, si rialza e batte Boston 94-83. Prezioso in chiave playoff anche il successo di Golden State su Dallas (108-85).

Tutto facile per San Antonio che, grazie a una partenza sprint (38-14 il parziale del primo quarto) stende i Bulls imponendosi 104-96 allo United Center di Chicago. Ottimo l’impatto sulla gara di Marco Belinelli che, partito dalla panchina, piazza due triple consecutive all’inizio del secondo periodo che, di fatto, chiudono i giochi. San Antonio, che a metà gara era avanti 61-33, gioca il resto della partita in scioltezza: Manu Ginobili mette a referto 22 punti, Tony Parker 20. Ne fa addirittura 42 uno strepitoso Kevin Durant, che rianima i Thunder e li trascina al successo contro Houston (106-98) interrompendo una mini-serie di due sconfitte consecutive. Ai Rockets non bastano i 28 punti di James Harden. Anche Indiana dà un calcio alla crisi: i Pacers, reduci da una striscia negativa di quattro sconfitte di fila, tornano a sorridere battendo 94-83 i Boston al termine di una prestazione tutt’altro che memorabile ma impreziosita dai 24 punti di David West. A Ovest in chiave playoff preziosa e netta vittoria di Golden State contro Dallas (108-85).

Completano il quadro dei risultati della notte i successi casalinghi di Detroit su Sacramento (99-89, Datome non utilizzato), di Memphis su Portland (109-99, ai Blazers non bastano i 32 di Lillard) e di Minnesota su Milwaukee (112-101 con 27 di Kevin Love).

TAGS:
Belinelli
Nba
San Antonio
Spurs

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento