Basket, Serie A: Milano e Brindisi volano, cade Cantù

Olimpia ed Enel travolgono Caserta e Cremona, l'Acqua Vitasnella perde a Pesaro e abbandona la vetta. Sconfitta anche per Siena

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

(olimpiamilano.com)

Sono Milano e Brindisi a sorridere dopo la 18.a giornata di Serie A di basket. Le due capolista vincono in maniera agevole e convincente contro Caserta e Cremona e salutano Cantù, che perde la vetta della classifica con la bruciante sconfitta di Pesaro. Male anche Siena, che si fa battere a Bologna, Roma, che cade in casa contro Avellino, e Sassari, battuta a Pistoia. Tenta il rilancio Varese, vittoriosa a Venezia. Reggio supera Montegranaro.

Dopo la netta vittoria nella gara delle 16.30 di Varese, che espugna il campo della Reyer con un perentorio 93-77 (Banks 25; D. Taylor 22), sono l'Olimpia e la Enel a prendersi la scena nelle gare delle 18.15 e a restare in vetta da sole. Milano si sbarazza senza problemi di Caserta con un netto 61-43 (Gentile 14; Roberts 9), simbolo anche della maturità difensiva ormai raggiunta; Brindisi però non molla, e grazie al 64-53 (Dyson 14; Jackson 17) di Cremona mantiene la testa della classifica. Chi perde la prima posizione è invece Cantù, battuta a Pesaro 82-79 (Anosike 25; Ragland 18) al fotofinish. L'avvicendamento in panchina tra Bechi e Valli giova a Bologna, che a Casalecchio di Reno riesce ad avere la meglio di Siena con un tiratissimo 57-54 (Ware 17; Green 13); brutto capitombolo anche per Roma, sconfitta 72-80 (Goss 26; Thomas 22) tra le mura amiche da Avellino. Cade, infine, anche Sassari, battuta a Pistoia col punteggio di 81-69 (Johnson 20; Thomas 12): ora la banda di Meo Sacchetti è sesta a 6 punti dalla coppia Milano-Brindisi. Un ritardo che comincia a diventare significativo. Nel posticipo serale, infine, la Grissin Bon Reggio Emilia ha avuto la meglio sulla Sutor Montegranaro per 89-80 anche grazie a 24 punti di Kaukenas.

I VOSTRI COMMENTI