Nba: la decima dei Thunder, il crollo dei Lakers

Okc stende anche i Nets: per Durant 'solo' 26 punti; Charlotte espugna Los Angeles con 40 Al Jefferson

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Al Jefferson, foto Afp

Kevin Durant torna sulla terra ma Oklahoma City non smette di vincere e centra il decimo successo di fila battendo 120-95 i Nets: dopo 12 partite consecutive chiuse con almeno 30 punti a referto, la stella dei Thunder stavolta si ferma a 26. Crisi senza fine per i Lakers che perdono 110-100 allo Staples Center contro Charlotte e incassano il sesto ko consecutivo: per i Bobcats partita da ricordare per Al Jefferson che realizza 40 punti.

Tutto facile per Oklahoma City che si impone 120-95 al Barclays Center di Brooklyn infliggendo il secondo ko di fila ai Nets. I Thunder, alla decima vittoria di fila, archiviano la pratica nei primi due quarti andando all’intervallo lungo sul +28. Lo spettacolo come sempre lo offre Kevin Durant, autore di un’altra prova super con 26 punti e 10 su 12 dal campo. La stella dei Thunder, in campo fino a 1’15” dalla fine del terzo periodo e poi sostituito da coach Scott Brooks, chiude un gennaio da record: erano 27 anni che un giocatore dell’Nba non metteva a segno almeno 550 punti e 90 assist in un mese. L’ultimo a riuscirci era stato Michael Jordan nel marzo 1987; Durant entra in un club esclusivo nel quale ci sono anche Jerry West, Oscar Robertson, Kareem Abdul-Jabbar e Nate Archibald. Oklahoma City si gode anche la grande prova di Serge Ibaka, protagonista con 25 punti (12 su 12 dal campo) e 9 rimbalzi.
Sembra non avere fine la crisi dei Lakers, battuti anche da Charlotte: i Bobcats si impongono 110-100 allo Staples Center grazie soprattutto a uno strepitoso Al Jefferson che mette a referto 40 punti (record in carriera) e 18 rimbalzi. Per i gialloviola si tratta della sesta sconfitta consecutiva in una stagione da incubo. Toronto si conferma la terza migliore squadra a Est alle spalle di Indiana e Miami: i Raptors vincono 100-90 a Denver e brindano al terzo successo di fila con i 19 punti di DeRozan e i 18 di Ross.
Un fantastico Stephen Curry (44 punti, primato stagionale) trascina Golden State al successo in rimonta contro gli Utah Jazz (95-90). Brilla anche la stella di Nowitzki: i suoi 34 punti regalano a Dallas il successo su Sacramento (107-103) cui non bastano i 35 di Rudy Gay. Per i Kings è la sesta sconfitta di fila.
Completano il quadro delle partite giocate nella notte i successi di Orlando su Milwaukee (113-102), di Atlanta a Philadelphia (125-99) e di Memphis a Minnesota (94-90)

TAGS:
Basket
Nba
Thunder
Lakers
Toronto
Denver

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento