Basket, serie A: fattore Hackett, Milano sorride e Siena affonda

Avellino beffa la capolista Brindisi sulla sirena: decide un canestro di Cavaliero in extremis

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Foto ItalyPhotoPress

Il fattore Daniel Hackett fa la differenza nella 12.a giornata di serie A. Milano, nel match d'esordio del play ex Siena, batte 81-66 il fanalino Cremona e vendica il ko nel derby con Cantù: per Hackett 22 minuti con 5 punti e 6 assist. Affonda invece la capolista Montepaschi che, dopo 5 vittorie consecutive, perde in casa 60-81 contro Caserta. Cade anche Brindisi, beffata sulla sirena da un canestro di Cavaliero che regala il successo ad Avellino.

Sorride Roma che stende 72-68 Sassari e acciuffa al secondo posto Cantù, sconfitta 84-79 a Venezia.

Ma partiamo dalla Sidigas Avellino che, nel primo match di giornata, batte 85-83 l’Enel Brindisi nell’incontro che ha aperto la 12esima giornata di Serie A. Il quintetto di coach Vitucci si impone grazie a un canestro allo scadere di Cavaliero, i pugliesi crollano nel finale dopo avere sprecato un vantaggio massimo di 15 punti. Per Brindisi si tratta della seconda sconfitta consecutiva, mentre Avellino risale e festeggia il secondo successo di fila dopo quello di domenica a Bologna.

Ad Assago il nuovo arrivato Hackett non delude le attese e in campo è subito leader, anche se l'MVP è Melli con la sua doppia doppia (19 punti e 12 rimbalzi). Cremona parte forte e vola sino al +12 (17-29), ma la reazione di Milano arriva sul finale di primo tempo, con il canestro di Wallace che sancisce il sorpasso biancorosso (36-35) a pochi secondi dall'intervallo lungo. Nella ripresa l'Olimpia prende il largo grazie anche Langford (17) e Gentile (13): per la Vanoli è notte fonda.

Clamoroso scivolone interno di Siena che, orfana del suo play, perde la bussola e subisce una sonora lezione da Caserta. Mai in partita la Montepaschi, nonostante i 26 punti di Green: la Pasta Reggia domina dal primo all'ultimo minuto, incrementando sempre più un vantaggio che già dopo pochi minuti era di 17 (5-22) e che mantiene in doppia cifra per l'intero incontro. Sorride Roma che, trascinata da Goss (19) e Baron (13), infligge a Sassari la seconda sconfitta consecutiva e la raggiunge al secondo posto in classifica: ai sardi non bastano i 21 centri di Marques Green.

Sul secondo gradino della graduatoria a quota 16 punti c'è pure Cantù, sconfitta a Venezia al termine di un match passato a rincorrere. E' la Reyer infatti a comandare le operazioni, con i lombardi che acciuffano due volte il pari (22-22 e 25-25) ma non riescono mai a mettere la testa avanti: non sono sufficienti i 24 punti del top scorer Joe Ragland. Chiudono il programma la vittoria della Reggiana a Pesaro (66-99) e quella di Pistoia a Montegranaro (87-93).

Nel posticipo a Varese, infine, la squadra di casa chiude fra gli applausi del suo pubblico e batte Bologna col punteggio di 98-89. Per Varese la vittoria ritrovata dopo tre sconfitte consecutive.  

TAGS:
Basket
Serie a
12.ima giornata

I VOSTRI COMMENTI

Jami83 - 27/12/13

Milano è subito SUPER?!?!??!
Ma che partita avete visto?

segnala un abuso

sweetness - 26/12/13

eh beh hackett da da subito sicurezza. pianopiano avrà più spazio e più punti fra le mani. peccato non vederlo più a siena... per la nba però non è pronto. ancora un paio d'anni d'esperienza

segnala un abuso