Hackett: "A Milano il contratto della vita"

E' ormai fatto il passaggio della guardia da Siena all'Olimpia: accordo da 800mila euro fino al 2015 senza Nba Escape a giugno

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Hackett: "A Milano il contratto della vita"

Manca soltanto l'ufficialità del trasferimento di Hackett dalla Montepaschi Siena all'EA7 Emporio Armani Milano, dove ritroverà gli ex compagni Moss e Kangur, e coach Banchi. Le società hanno trovato l'accordo per una somma vicina ai 500mila euro mentre il giocatore firmerà un contratto da 800mila euro a stagione fino al 2015 senza Nba Escape il prossimo giugno. Hackett ha parlato al Corriere Fiorentino: "E' il contratto della vita".

"Ho il rammarico di non aver raggiunto le Top 16 con Siena. Credo comunque di aver lasciato un bel segno qui a Siena. La Mens Sana mi ha aiutato a crescere, non solo con la conquista di tutti i trofei, ma mi ha cresciuto come ragazzo, mi ha aiutato a maturare, quindi, spero sia un arrivederci".

Sul futuro a Milano, Hackett ha aggiunto: "Sarà senz'altro una cosa particolare per me giocare a Milano dove troverò Luca Banchi e David Moss. Però è una sfida che prendo a testa alta e spalle larghe. Non nego a nessuno che questo per me rappresenta il contratto della vita e sono contento perché, anche con il buy out a favore della società, darò un piccolo contributo anche alla Mens Sana per il proseguimento di questa società. E' una vittoria su tutti e due i campi sia per me che per la società".

Già la scorsa estate la guardia pesarese era stata vicino a Milano ma il giocatore preferì restare alla Mens Sana: ora, con le difficoltà del club, ha deciso di accettare la corte dell'Olimpia, destinazione preferita ai turchi del Galatasaray.

TAGS:
Basket
Siena
Hackett

I VOSTRI COMMENTI

usasport - 21/12/13

Ma la NBA Escape la voleva per prendersi altre mazzate da Mayo? Sicuro serva all'Olimpia?

Ma fra le geniali menti guidate sapientemente da Petrucci, a parte spingere Siena al fallimento dopo Treviso e Bologna, non ce ne è uno a cui venga in mente di naturalizzare un marcantonio straniero che sappia fare pulizia sotto le plance?

segnala un abuso

caciocavallodoc - 21/12/13

A me sembra la stessa storia di quella che credendosi bellissima,ritiene di poter scegliere tra 2 corteggiatori e si lascia prima sedurre da quello squattrinato,salvo poi passare a quello che magari non accende la fiamma della passione,ma che ha più soldi.Io fossi stato in Proli e C. lo avrei lasciato a Siena a riflettere sulle sue scelte tipo no alla Nazionale e no a Milano,anche perché,come da lui stesso dichiarato è venuto a Milano per il CONTRATTO della VITA.

segnala un abuso