Basket: Milano inarrestabile, cade Bologna

Brindisi si porta da sola in vetta alla classifica di Serie A

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Milano-Reggio Emilia (LaPresse)

Prova di forza di Milano che vince nella 7.a giornata di Serie A di basket, turno in cui vince anche Brindisi che si porta al comando solitario della classifica. L'EA7 Emporio Armani travolge 73-52 la Grissin Bon Reggio Emilia e trova il secondo successo in fila dopo quello in Eurolega contro l'Efes. L'Olimpia parte male (4-14 dopo 5') ma poi rimette la testa avanti e nel terzo quarto mette la freccia: terrificante il parziale di 34-5 che annichilisce la Reggiana e fa calare il sipario sul match. Milano ha cinque uomini in doppia cifra: spiccano i 15 punti di Langford e gli 11 di Wallace. In vetta c'è però la Enel Brindisi che vince 69-65 sul campo della Pastareggia Caserta, al quinto stop di fila. Sotto all'intervallo (37-33), la squadra di Bucchi ribalta il risultato nel terzo quarto (48-55) e poi tiene la testa avanti fino alla fine. Brillano James, 17 punti, e Dyson, 16.

Con l'Olimpia c'è l'Acea Roma che vince 78-68 sul campo della Vanoli Cremona. I capitolini vengono ripresi nel secondo periodo dopo un grande avvio (42-39 al 20') ma nel terzo quarto Roma torna avanti e conserva il margine fino alla fine: grande prova del lungo Mbakwe che chiude con 18 punti e 17 rimbalzi. Successo in volata della Dinamo Sassari, 78-75 sulla Sidigas Avellino. I sardi restano a ridosso della vetta (-2) grazie al successo firmato dalla tripla finale di Drake Diener, 15 punti, cui non riesce a replicare Daniele Cavaliero, 16, per forzare il match all'overtime. Il migliore però è Marques Green, grande degli irpini, che chiude con 24 punti. Grande colpo esterno dell'Umana Reyer Venezia che vince 87-80 a Bologna contro la Granarolo. La Virtus comanda nella prima frazione (41-35) ma nella ripresa i veneti si rifanno sotto e scavano il solco decisivo all'inizio del quarto periodo grazie alle triple di un bollente Andre Smith, 29 punti. A Bologna non bastano i 20 di Walsh. Incredibile il successo della neopromossa Pistoia che in casa supera 115-110 Pesaro dopo tre tempi supplementari. Pazzesca gara per JaJuan Johnson, 37 punti e 13 rimbalzi, sostenuto da Wanamaker, 29. Per gli adriatici i 31 punti di Musso e i 22 di Trasolini e Turner.

TAGS:
Basket
Serie A

I VOSTRI COMMENTI

conterosso-di-maggio - 26/11/13

Io questo basket non lo riconosco più. Non mi appassiono nemmeno al campionato italiano, visto che i giocatori sono quasi tutti stranieri e cambiano quasi ogni anno. No, non ci siamo: così non si va avanti. E i risultati della nazionale sono lì a dimostrarlo.

segnala un abuso