Nba: Green stende Miami, inarrestabili Pacers

Una tripla sulla sirena dell'ala dei Celtics mette ko LeBron e compagni. Indiana vince ancora: settima vittoria in altrettante gare

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Green, Reuters

Nove le gare giocate nella notte Nba. Un incredibile buzzer beater di Jeff Green stende Miami e la costringe alla terza sconfitta stagionale. I Clippers passano a Houston grazie a un'ottima prova corale e al dinamismo di DeAndre Jordan, che massacra Howard a rimbalzo. Non si ferma più Indiana, che sconfigge i Nets, trova la settima vittoria in altrettante gare e fa registrare la miglior partenza nella storia della franchigia.

Si parte con il colpaccio di Boston: all'American Airlines Arena i Celtics sconfiggono 111-110 (Green 24; James 25) gli Heat grazie alla tripla sulla sirena di Jeff Green. Finale di gara da cardiopalma: a 6 secondi dal termine con Miami avanti di 2, Kelly Olynyk sbaglia il tiro dalla media e commette fallo su LeBron. Il Re fa 2/2 ai liberi, ma il layup di Gerald Wallace riporta Boston a contatto. Tocca a Wade andare in lunetta con un secondo da giocare, ma la guardia fallisce entrambi i liberi, e nel secondo non trova nemmeno il ferro. Così Brad Stevens ha il tempo per organizzare l'ultimo attacco: Wallace dalla rimessa libera Green che dall'angolo mette l'incredibile tripla del sorpasso. Continuano a regalare emozioni anche i Pacers, che passano anche al Barclays Center di Brooklyn e trovano la settima vittoria consecutiva, stabilendo anche la miglior partenza nella storia della franchigia: 96-91 (George 24; Williams e Johnson 17) il risultato in casa dei Nets.

E' anche una notte di grandi duelli individuali. Si parte da quello del Toyota Center di Houston, dove andava in scena la sfida sotto canestro tra DeAndre Jordan e Dwight Howard: ad avere la meglio è stato il primo, che totalizza 18 rimbalzi contro gli 8 di Superman e aiuta i Clippers a trovare la seconda vittoria stagionale in trasferta, con il netto punteggio di 107-94 (Griffin e Redick 22; Parsons 23). Alla Quicken Loans Arena di Cleveland s'incrociavano invece la prima scelta assoluta 2011 Kyrie Irving e l'altro baby fenomeno Michael Carter-Williams: i Cavs hanno la meglio 127-125 (Irving 39; Turner 31) su Philadelphia al secondo overtime, proprio grazie al layup vincente di Irving a 11 secondi dalla fine.

Questi gli altri risultati della notte Nba:
Toronto-Utah 115-91 (Hansbrough 23; Hayward 24)
Atlanta-Orlando 104-94 (Teague 19; Afflalo 21)
Memphis-Golden State 108-90 (Randolph 23; Curry 22)
Milwaukee-Dallas 83-91 (Mayo 28; Ellis 18)
Sacramento-Portland 85-96 (Cousins 33; Aldridge 22)

TAGS:
BASKET
NBA

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento