Nba: Parker trascina gli Spurs, in ombra Belinelli

San Antonio batte Phoenix grazie a una grande prova del francese, solo 4 punti per l'ex Fortitudo. Indiana supera Chicago e resta l'unica squadra imbattuta

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Nba: Parker trascina gli Spurs, in ombra Belinelli

Marco Belinelli, solo 4 punti in 31 minuti, non brilla nel successo dei San Antonio Spurs sui Phoenix Suns, Indiana supera Chicago e resta l'unica squadra imbattuta della lega, Golden State piega Minnesota ma trema per Stephen Curry, fuori per infortunio nel terzo quarto. Il tandem Durant-Westbrook guida i Thunder alla vittoria contro i Mavericks, i Clippers di Chris Paul cadono in casa degli Orlando Magic.

Serata da dimenticare al tiro per l'ex Fortitudo, che realizza un solo canestro su sei tentativi (la tripla del 73-69 per San Antonio a 1'08" dalla fine del terzo quarto). A caricarsi la squadra sulle spalle è il solito Tony Parker (20 punti), che nella volata finale del match realizza 15 dei 16 punti degli Spurs.

Avvio di stagione fulminante per i Pacers, che non hanno ancora conosciuto la sconfitta. Indiana piega 97-80 in rimonta i Bulls di Derrick Rose e infila la quinta vittoria consecutiva, realizzando così il miglior avvio di stagione nella storia Nba della franchigia. Fondamentale l'apporto della panchina, che non fa pesare le assenze per infortunio di George Hill e Danny Granger: nel finale di gara sono in 12 punti realizzati da Scola, Sloan e Stephenson a scavare il solco decisivo. Paul George, secondo miglior realizzatore stagionale, contribuisce alla causa di Indiana con 21 punti, Rose ne mette a referto 17 (6/15 dal campo) ma solo tre in 12 minuti nel secondo tempo, prima che coach Tibodeau lo richiami in panchina per metà dell'ultimo quarto.

I Warriors si impongono 106-93 in casa dei Timberwolves grazie soprattutto ai 30 punti di Klay Thompson (11/21 dal campo), che nell'ultimo quarto sopperisce al meglio all'assenza di Stephen Curry. Il play di Golden State mette a referto 5 punti e 7 assist prima di lasciare il campo per precauzione nell'ultimo quarto dopo uno sfortunato contrasto con Ricky Rubio in cui rimedia una distorsione al ginocchio destro. Niente di serio, lo stesso Curry ha poi confermato che sarà quasi certamente in campo nella prossima gara dei Warriors.

Kevin Durant (23 punti) e Russell Westbrook (22) guidano i Thunder alla terza vittoria stagionale contro i Mavericks di Dirk Nowitzki (16 punti), mentre i Clippers di Chris Paul (18 punti e 10 assist) sbattono contro gli Orlando Magic di Nikola Vucevic (98-90 il risultato finale), che mette a referto una strepitosa doppia doppia (30 punti e 21 rimbalzi). Gli altri risultati della notte: Charlotte-Toronto 92-90, Philadelphia-Wahsington 102-116, Celtics-Jazz 97-87, Memphis-New Orleans 84-99, Milwaukee-Cleveland 109-104.

TAGS:
Nba
San antonio spurs
Belinelli
Parker

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento