Basket, Serie A: vittorie facili per Siena e Milano

Le due big non sbagliano e vanno in testa: battute Pistoia e Pesaro

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Basket, Serie A: vittorie facili per Siena e Milano

Missione compiuta per l'Olimpia Milano che nel posticipo della quarta giornata di Serie A batte 75-55 Pistoia (17 punti di Langford) e conquista la terza vittoria consecutiva. Nell'altra sfida della serata tutto facile per Siena: la Montepaschi di coach Crespi travolge Pesaro vincendo 94-69 all'Adriatica Arena con 20 punti di Hackett. Siena e Milano salgono a quota 6 punti agganciando Varese, Cantù, Brindisi e Bologna in vetta alla classifica.

Al PalaDesio l'Olimpia Milano, in attesa di abbracciare giovedì in Eurolega il neo acquisto Lawal, si gode le prestazioni dei soliti americani Moss e Langford: l'ex Siena segna 14 punti con 7 rimbalzi, mentre l'ex Jayhawks segna 17 punti nonostante le 6 palle perse e qualche forzatura al tiro. La squadra di Banchi si mette subito al comando, chiudendo 18-13 il primo quarto e non voltandosi più. Per Pistoia quarta sconfitta su quattro giornate di campionato ed ultimo posto in classifica per Galanda e soci.

Spostiamoci all'Adriatic Arena di Pesaro, dove tornava il figliol prodigo Daniel Hackett: l'equilibrio tra Vuelle e Montepaschi dura solamente un quarto. La squadra di Dell'Agnello chiude avanti 20-18 il primo periodo, ma nel secondo quarto sale in cattedra proprio Hackett: il pesarese segna 18 dei suoi 20 punti finali nei primi due quarti, e nel secondo periodo il meccanismo difensivo di Siena funziona a meraviglia, con i biancoverdi che concedono solo 7 punti ai padroni di casa. Nel terzo e quarto periodo Hackett lavora per i compagni, 6 assist alla fine per l'ex Treviso, con Cournooh, 16 punti, e Green, 14 a referto, che ringraziano. Terza sconfitta consecutiva per la squadra di Dell'Agnello, mentre la Montepaschi ritrova il sorriso dopo la batosta europea contro lo Zielona Gora.

TAGS:
Basket
Serie a
Milano Pistoia
Pesaro Siena

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento