Eurolega: Milano, batosta a Istanbul

L'Olimpia perde 87-67 in casa dell'Efes: esordio amaro anche in Europa, ancora male Jerrells

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Alessandro Gentile, foto Afp

Dopo il campionato, parte male anche l'Eurolega di Milano. A Istanbul l'Olimpia, decimata dalle assenze di Moss, Kangur e Gigli, viene pesantemente sconfitta 87-67 (Hopson e Savanovic 22; Langford 20) dall'Efes: troppo fisica la squadra di Mahmuti per non sfruttare la netta superiorità sotto le plance, i meneghini restano in gara fino al terzo quarto e poi crollano sotto i colpi di Savanovic e Gordon. Domenica sarà derby con Varese.

Partenza sprint dei turchi che piazzano subito un 10-2 di parziale, Jamon Gordon e Scotty Hopson si dimostrano da subito in serata di grazia ma l'Olimpia riesce pian piano a rientrare grazie alla voglia di Melli e Langford: il primo parziale termina sul 25-17 con Jerrells che osserva Gordon farsi tutto il campo e mettere l'arcobaleno sulla sirena.
A inizio secondo quarto l'Olimpia difende forte e torna in gara, entrano in partita anche Samuels e Gentile (rispettivamente 10 e 19 a fine gara) ma le amnesie difensive continuano. Vasileiadis è letale dall'arco, il primo tempo termina 42-35 con il doppio tentativo sul ferro di Wallace e Langford.
E' però il terzo quarto, come contro Brindisi, a spegnere le speranze degli uomini di Banchi. Il fisico di Samuels sotto canestro non basta, l'Efes mantiene ottime percentuali al tiro e Jerrells non riesce proprio ad entrare in gara: si arriva alla sirena con l'Olimpia sotto 66-52. Un punteggio che Milano subisce psicologicamente e che l'Efes incrementa nell'ultimo parziale, mandando ben 4 uomini sopra i 15 punti. Finisce 87-67 in favore dei turchi, Milano parte male e dovrà cercare riscatto giovedì prossimo contro lo Zalgiris per non compromettere da subito il proprio cammino.

TAGS:
Eurolega
Olimpia milano
Efes instanbul
Basket

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento