Nba: Bargnani va ai New York Knicks

Manca solo l'ok della Nba: lascia Toronto dopo 7 anni

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Bargnani, Lapresse

Andrea Bargnani lascia i Toronto Raptors dopo 7 anni ed è un nuovo giocatore dei New York Knicks. Per l'ufficialità dell'affare manca solo l'ok della Nba. Il Mago è stato pedina di scambio per la franchigia canadese che ha così ottenuto Marcus Camby, Steve Novak, la scelta al primo giro del draft 2016 e due scelte al secondo giro (2014, 2017). Dopo Gallinari, Bargnani è il secondo giocatore italiano che giocherà per la squadra della Grande mela.

L'avventura di Andrea Bargnani ai Toronto Raptors era finita da tempo e nella notte è arrivato lo scambio che porterà il Mago lontano dal Canada. Ieri si parlava di un suo approdo ai Los Angeles Clippers nella trattativa per il playmaker Eric Bledsoe mentre a sorpresa sono i New York Knicks a prendere il pivot ex Benetton Treviso. Manca l'ufficialità (non può arrivare per regolamento prima del 10 luglio) ma il Mago è stato scambiato dai Raptors per il pivot veterano Marcus Camby, il tiratore Steve Novak, una prima scelta al Draft del 2016 e una seconda scelta. Bargnani rappresenta una risposta da parte di New York ai cugini dei Brooklyn Nets che nei giorni scorsi hanno preso dai Boston Celtics Paul Pierce, Kevin Garnett e Jason Terry.

Il Mago ha ancora due anni di contratto per complessivi 23 milioni di dollari e il suo sodalizio scadrà nell'estate 2015, assieme agli accordi dei Knicks con le stelle Carmelo Anthony, Amare Stoudemire e Tyson Chandler. Secondo la stampa newyorkese Bargnani, considerato un grande attaccante e una macchina da punti, rappresenta inoltre una polizza assicurativa nel caso JR Smith, sesto uomo dell'anno nella passata stagione e ora free agent, decida di non rifirmare per i Knicks. Intanto continua la corsa per arrivare a Dwight Howard. Gli Houston Rockets, considerati favoriti per la corsa al pivot, hanno ceduto l'ala Thomas Robinson ai Portland Trail Blazers in cambio di due seconde scelte future e i diritti su Kostas Papanikolau e Marko Todorovic per liberale spazio salariale e poter offrire il massimo possibile ad Howard.

Il Mago al Garden con Melo

La carriera di Bargnani riparte da New York: ha un'occasione da non sprecare di G. Cattaneo

TAGS:
Bargnani
New York Knicks
Nba
Basket

I VOSTRI COMMENTI

redblack81 - 01/07/13

Piu' che colpo Knicks, colpo Raptors per essersi liberati di un giocatore non da NBA.

segnala un abuso

reghner - 01/07/13

Caro KingCr7, paragonare un 3 ad un 4/5 non è propriamente corretto, si può dire che gallinari ci mette più cattiveria

segnala un abuso

usasport - 01/07/13

Non so se fa più ridere affermare che Andrea è la risposta a Garnett o definirlo Pivot

segnala un abuso

usasport - 01/07/13

Nessun dubbio su chi sia più forte e determinante, purtroppo il Gallo si è fatto la nomea di essere un giocatore di pastafrolla troppo avvezzo agli infortuni

Proprio l'ambientino tranquillo senza pressioni che serve... Andrà via Amare a questo punto visto che Chandler è l'unico che difende...

segnala un abuso

KingCr7 - 01/07/13

Colpo??? insomma....questo non è che sia forte....molto meglio il GALLO!

segnala un abuso