Nba, Rodman: "LeBron James? Uno nella media"

L'ex giocatore dei Bulls stronca il quattro volte Mvp: "Negli anni '90 il gioco era molto più duro"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Dennis Rodman, Lapresse

"LeBron James? Se avesse giocato nella Nba degli anni '80 o '90 sarebbe stato un giocatore nella media". Dennis Rodman stronca così il fuoriclasse dei Miami Heat, nominato quattro volte Mvp della lega. Improponibile per l'ex giocatore di Detroit Pistons e Chicago Bulls, celebre per i suoi look eccentrici, il paragone tra LeBron e Michael Jordan: "Sono stufo di sentire questi paragoni - ha detto -. Michael aveva un altro carisma".

E ancora: "Ha giocato in un'epoca completamente diversa. All'epoca di Michael il gioco era molto più fisico, in campo ci si poteva colpire, si atterravano gli avversari. Oggi i giocatori non fanno altro che lamentarsi".

"LeBron è senz'altro un grande giocatore - ha aggiunto Rodman -, ma per me Jordan e Pippen restano di un altro livello". Rodman liquida con una battuta anche il paragone tra gli attuali Miami Heat e i suoi Bulls: "In una sfida tra queste due squadre non ci sarebbe partita - è la sua sentenza -. Gli Heat hanno forse più talento di quei Bulls, ma i Bulls avevano giocatori più intelligenti. Avrei potuto fermare Bosh senza problemi. Wade non sarebbe riuscito a reggere il confronto con Pippen, che avrebbe marcato LeBron James senza problemi. E la loro difesa come avrebbe fermato Michael e Scottie?".

TAGS:
Nba
Rodman
LeBron James

I VOSTRI COMMENTI

gtdesmo - 11/06/13

Su una cosa Dennis ha ragione. Il numero uno è e resta Jordan.
I Bulls con Kerr, Jordan, Pippen, Rodman, Longley, Kukoc, ecc hanno vinto 3 campionati di fila e in generale Jordan ne ha vinti 6 in 9 campionati. Allora c'erano almeno otto squadre che potevano puntare al titolo con delle superstar in quintetto (Seattle, NY, Lakers, Celtic, Pistons, Utha e Huston) oggi sono al massimo tre quattro. E Koby non gioca.

segnala un abuso

Kevin Prince 27 - 10/06/13

Io non so come finirebbe una partita tra quei Bulls e gli Heat ma di sicuro sarebbe un autentico spettacolo!

segnala un abuso

usasport - 10/06/13

Dennis Rodman ha ragione, all'epoca si facevano le sportellate e i lunghi andavano sottocanestro no a giocare fuori area, e si difendeva tutto il campionato non solo qualche partita di play off.

Rodman nonostante il look eccentrico e i comportamenti sopra le righe era un signor lungo sotto canestro, di quelli che farebbero molto comodo a quasi tutte le attuali squadre NBA... Consiglierei ad un certo cestista romano di farsi dare ripetizioni su come prendere i rimbalzi.

segnala un abuso