Rugby: l’Italia fa ancora flop, è festa Giappone

Gli azzurri di Brunel perdono 26-23 a Tokyo e chiudono il tour estivo con un bilancio di tre sconfitte

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Italia-Giappone, foto Afp

Si conclude nel peggiore dei modi il tour estivo dell'Italrugby: la squadra allenata da Jacques Brunel rimedia una clamorosa sconfitta a Tokyo contro il Giappone, che si impone 26-23 e centra il suo primo, storico successo contro gli azzurri. Per capitan Geldenhuys e compagni, apparsi deconcentrati e in debito d’ossigeno, si tratta della terza sconfitta consecutiva dopo quelle rimediate contro Fiji (25-14) e Samoa (15-0).

Battuta il 7 giugno da Fiji e sabato scorso da Samoa, l'Italia si presenta al Prince Chichibu Memorial di Tokyo a caccia di una rivincita e col desiderio di chiudere la stagione in modo dignitoso. Di fronte c'è un avversario, il Giappone, che finora quando ha visto azzurro ha sempre perso: cinque precedenti e cinque vittorie italiane. Stavolta la musica è diversa perché l'Italia, dopo avere perso Masi per un infortunio rimediato durante il riscaldamento, subisce subito la meta giapponese con Yamada (Goromaru trasforma per il 7-0). L'avvio a handicap costringe gli azzurri a produrre il massimo sforzo per rimontare. Missione compiuta anche grazie all'ausilio di una meta tecnica: al 18' siamo 10-10. Nella ripresa è una meta di Sa'u (con trasformazione di Goromaru) a portare il Giappone sul 26-16. E' lo strappo che decide il match. L'Italia si rifà sotto con una meta di Barbieri al 34', Allan trasforma ma è troppo tardi. Il Giappone chiude in attacco, nasconde palla alla nostra Nazionale e festeggia una vittoria dal sapore speciale: per la seconda volta nella sua storia riesce ad avere la meglio su una squadra del Sei Nazioni (un anno fa a cadere sotto il colpi del XV di Eddie Jones era stato il Galles).

"Congratulazioni al Giappone – commenta a fine partita il capitano azzurro Quintin Geldenhuys –. Ha giocato molto bene e meritato la vittoria. Noi siamo profondamente dispiaciuti per il risultato. Abbiamo perso troppi palloni e commesso troppi falli: inaccettabile".

TAGS:
Italia
Giappone
Rugby

I VOSTRI COMMENTI

madunina - 21/06/14

Buonasera.
Quando un paese è instabile politicamente, tutto quello che fa parte dello stesso paese è condannato al fallimento. Lo sport Italiano, rispecchia esattamente l'andamento del paese.
Miserabilmente, condannati a perdere.

segnala un abuso

gianni.ippoliti - 21/06/14

BRUNEL A CASA!
Questo allenatore francese, antipatico ed indisponente, è stato la rovina del rugby italiano, fino ad ora.
Ci ha fatto giocare in un modo innaturale per la nostra mentalità, rimediando solo figuracce. Nessun giocatore crede nel suo rugby e sono privi di fiducia.
Eravamo tra le migliori mischie chiuse ed oggi ci siamo fatti mettere sotto dal Giappone!
#BrunelVIA

segnala un abuso

gianni.ippoliti - 21/06/14

Ripartiamo da zero.
Abbiamo 14 mesi a disposizione prima dei Mondiali 2015 (anche se contro Irlanda e Francia non abbiamo speranze di passare il turno... ma almeno non perdiamo la faccia).
Per ripartire, la prima mossa e la principale è: SOSTITUIRE IMMEDIATAMENTE BRUNEL

segnala un abuso

mas.luka - 21/06/14

Meglio che si ritirino, capisco il 6 nazioni, ma perdere col Giappone, ma dai, basta eliminiamo il rugby dalla nostra penisola, che vadano a lavorare in fonderia sti buffoni

segnala un abuso