Sei Nazioni 2014, Parisse: "Metteremo in difficoltà gli inglesi"

Il capitano degli azzurri lancia la sfida al XV della Rosa: "All'Olimpico non scenderemo in campo solo per difenderci"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Parisse - Afp

"Con l'Inghilterra non scenderemo in campo solo per difenderci". E' un Sergio Parisse fiducioso quello che si presenta per l'ultimo incontro con la stampa di questo Sei Nazioni 2014. L'Italia finora non è riuscita a cogliere neppure un successo e contro il XV della Rosa non sarà certo facile: "Per noi l'obiettivo, al di là del risultato, è fare 80' alla pari con questa squadra cercando di metterli in difficoltà".

Oltre al cucchiaio di legno, ormai praticamente in tasca della squadra di Brunel, all'Olimpico ci si gioca il 'Whitewash' il premio simbolico per chi chiude il torneo senza neppure una vittoria: "Pressione per il cucchiaio di legno? E' una cosa banale, è da anni che non lo prendiamo - spiega Parisse - e se domani ci toccherà non cambia le sorti di un Sei Nazioni che per noi in ogni caso non è stato positivo".

A pesare soprattutto una deludente partita contro la Scozia, persa per un drop a tempo ormai scaduto: "L'ultima uscita contro gli Highlanders è stata una grande delusione e i motivi sono diversi - spiega il capitano azzurro - : non bisogna dimenticare che per anni abbiamo giocato un rugby basato più sulla difesa, sul gioco tattico e al piede. Abbiamo cercato di cambiare questo atteggiamento con l'arrivo di Brunel, ma serve tempo. In questo Sei Nazioni poi - conclude Parisse - hanno trovato spazio tanti ragazzi giovani che naturalmente avevano bisogno di fare esperienza".

TAGS:
Sei nazioni 2014
Parisse
Italia

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento