Rugby, Sei Nazioni 2014: l’Italia dura un tempo, festa Francia

Gli azzurri di Brunel partono bene, poi crollano nella ripresa: a Parigi finisce 30-10 per i galletti

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Francia-Italia, foto IPP

L’Italia esce con le ossa rotte dalla sfida contro la Francia, valida per la seconda giornata del Sei Nazioni. A Parigi gli azzurri di Brunel partono bene e disputano un buon primo tempo per poi crollare nella seconda parte del match: finisce 30-10 per i galletti che restano in testa alla classifica a punteggio pieno insieme all’Irlanda. Per l’Italrugby, al secondo ko dopo quello con il Galles, una sola meta firmata da Iannone nel finale.

I francesi sono più forti ma, dopo due sconfitte negli ultimi tre anni, non si fidano più dell'Italia e scendono in campo decisi ad attaccare forte fin dall'inizio. Gli azzurri dimostrano grande spirito di sacrificio stringendo i denti e placcano qualsiasi maglia bianca e dopo 10' si conquistano una punizione calciata da Garcia che però va corta. Da una rimessa laterale i padroni di casa costringono Parisse e compagni a difendere sulla mischia ai 5 ma il pack azzurro distrugge gli avversari e allontana il pericolo.
Nuovo calcio per Garcia, con Plisson che a terra non rotola via, ma il numero 12 oggi non ha la mira e spreca ancora. Il primo vantaggio francese arriva alla mezzora con il calcio di Doussain subito pareggiato sul 3-3 da Allan che trova i pali dopo due affondi centrali di De Marchi. Nel finale di tempo il mediano avversario non sbaglia più e con due calci allunga sul 9-3: dopo i primi 40' di gioco l'Italia è ancora in partita con pieno merito.
Al ritorno in campo la squadra di Brunel vive il momento più duro dell'intera gara e in 15' i padroni di casa incanalano la partita sui propri binari. Picamoles, al 43', si stacca dalla maul e arriva a schiacciare, Doussain trasforma. Nemmeno il tempo di riprendersi e Fofana raccoglie da terra, sfrutta tutto il lato destro del campo e schiaccia rompendo i placcaggi di Sarto e McLean. Al 52', quando l'Italia stava cercando di riorganizzarsi nella metà campo francese, Fofana intercetta il passaggio di Bergamasco, Huget ne sostiene la manovra e l'esordiente Bonneval va in meta: la trasformazione di Doussain per il 30-3 chiude definitivamente le speranze azzurre.
La girandola di cambi e il ritmo spezzettato rallenta notevolmente i ritmi e la Francia concede spazio per la manovra azzurra. Al 65' Sarto porta avanti l'ovale e allarga veloce per Furno che a pochi passi dalla linea di meta perde il contatto con il terreno e tocca l'esterno del campo. In una buona mischia ai 5 per l'Italia Rizzo e Slimani si scambiano un paio di testate rimediando un rosso a testa che potrebbe costare caro nel prosieguo del torneo. Gli sforzi azzurri sono finalmente ripagati al 76' con Iannone che schiaccia in meta dopo un bel gancio in aria di Botes: Orquera trasforma e sigla il 30-10 finale.
Il Trofeo Garibaldi cambia padrone e l'Italia, a questo punto, si giocherà una buona fetta di questo Sei Nazioni nella prossima sfida in casa contro la Scozia; la Francia vince, raggiunge l'Irlanda a quota due successi e ora si candida seriamente per la vittoria finale.

TAGS:
Rugby
6 Nazioni
Francia
Italia

I VOSTRI COMMENTI

jh1976 - 10/02/14

l'Italia deve tornare a giocare con la Romania e la Polonia
Con qualche giocatore italiano, possibilmente

segnala un abuso

DexeD77 - 09/02/14

temuta da tutti? Beh si guada gli all blacks sicuramente hanno una paura folle di trovarsi l'italia in girone ai mondiali.... La francia oggi aveva tutti i titolari invece?

segnala un abuso

juza89 - 09/02/14

nonhocugini69 l'italia nel 2013 ha battuto irlanda e francia in casa, sfiorato l'impresa in inghilterra e lottato alla grande nei test match contro Australia e Nuova Zelanda. Nel 2014 abbiamo perso di misura in Galles contro la squadra potenzialmente piu forte d'Europa(ha vinto gli ultimi 2 sei nazioni) e mancano 5 giocatori importanti come Bergamasco,Venditti,Sgarbi,Masi e Favaro. Prima di parlare a sproposito sei al corrente di tutto ciò? L'italia sono un paio di anni che è temuta da tutti...

segnala un abuso

nonhocugini69 - 09/02/14

è inutile, non siamo ancora all'altezza...mi domando e dico perché le altre abbiano accettato di trasformare il 5 in 6 nazioni.....

segnala un abuso