Rugby, Italia-Argentina: dentro Allan e Campagnaro

Il ct azzurro Brunel opera tre cambi per l'ultimo Test Match del 2013 all'Olimpico di Roma coi Pumas

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Brunel, Foto LaPresse

Sabato alle 15 allo stadio Olimpico di Roma l'Italia affronta l'Argentina per l'ultimo dei Test Match del 2013 e Brunel annuncia tre cambi, più uno spostamento di ruolo, nel XV titolare rispetto alla gara con le Fiji. Il ct conferma il triangolo allargato con McLean estremo e le ali Venditti e Iannone mentre il veterano Gonzalo Canale si sposta da secondo a primo centro in sostituzione di Morisi e lascia la maglia numero tredici al giovane Campagnaro, all'esordio da titolare. 

Debutto dal primo minuto, in cabina di regia, anche per Tommaso Allan: il ventenne azzurro del Perpignan, dopo essere partito dalla panchina con Australia e Fiji, indossa la prima maglia numero dieci della propria carriera internazionale dividendo la mediana con Edoardo Gori, confermato alla guida del pacchetto di mischia. Per il derby latino, che probabilmente vedrà il record di presenze in un Test Match con gli azzurri (si va verso i 40mila spettatori), in terza linea c'è capitan Parisse a numero otto (eguaglierà Troncon a quota 101 caps) ed Alessandro Zanni sul lato chiuso, mentre Robert Barbieri rientra in maglia numero sette.

Nessun cambio tra i primi cinque uomini di mischia, gli stessi schierati contro Fiji con Bernabò e Geldenhuys in seconda linea, Castrogiovanni – anche lui a 101 presenze – e Rizzo piloni, Ghiraldini tallonatore. In panchina vanno il tallonatore Giazzon, i piloni Aguero e Cittadini, il seconda linea Bortolami, Furno in grado di ricoprire i ruoli di seconda linea e flanker, i mediani Botes e Orquera e Benvenuti come utility back. Sabato sarà il 19esimo incontro tra azzurri e Pumas (5 vinte, 12 perse, un pari): l'ultimo successo italiano risale al 2008 quando Ghiraldini e compagni vinsero 13-12 a Cordoba.

BRUNEL: "

"Abbiamo bisogno di bel gioco e di una vittoria. Se perdiamo non possiamo parlare di un tour interessante perché viene dopo un'estate non buona". Così il ct dell'Italrugby, Jacques Brunel, introduce la sfida Italia-Argentina. Il commissario tecnico chiede ai suoi una vittoria che bissi il successo contro Fiji. ''Cosa dobbiamo evitare contro l'Argentina? Di essere indietro nel punteggio, quello è imperativo - dice Brunel - . Dobbiamo mantenere il controllo del gioco Loro sono una squadra che ha una grande capacita' di lottare e hanno dei talenti. Hanno perso tutte le partite della Championship ma sono in crescita nell'organizzazione collettiva''. Rispetto al match con gli isolani Brunel si affiderà ai giovani Campagnaro e Allan. "Voglio valutare il potenziale di tutti i giocatori - spiega - . Abbiamo 20 partite fino alla Coppa del Mondo del 2015 e non possiamo aspettare troppo. Dobbiamo allargare la nostra rosa ed è il momento di farlo". La vigilia del match sara' poi caratterizzata dall'udienza privata degli azzurri in Vaticano con Papa Francesco. "E' un grande privilegio, sono molto emozionato. Anche se tifa Argentina? Sì si' lo stesso", conclude.

I VOSTRI COMMENTI

jakesport - 22/11/13

grande Allan!!

se Parisse non fa le solite p1rlate da funambolo (che purtroppo per noi non è..), ma gioca semplice, senza fare la star, abbiamo qualche possibilità.

pacchetto dei pumas veramente tosto. la chiave della partita è li.

segnala un abuso