Nuoto, Europei Berlino: gioia Batki, argento nella piattaforma da 10 metri

L'azzurra chiude la prova con il punteggio di 346.40: oro alla britannica Barrow, bronzo all'ucraina Prokopchuk

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Noemi Batki - Afp

Dopo l'oro di Tania Cagnotto nel trampolino da un metro, arriva un'altra medaglia per l'Italia nei tuffi agli Europei di nuoto a Berlino. Noemi Batki, 26enne di origini ungheresi, ha vinto l'argento nella piattaforma da 10 metri completando la prova col punteggio di 346.40. Oro alla britannica Barrow, dominatrice con 363.70; bronzo all'ucraina Prokopchuk (341.35). Per la Batki si tratta della quinta medaglia in carriera a un Europeo.

Ineccepibile il successo di Sarah Barrow, che ha totalizzato 17.30 punti in più rispetto a Noemi Batki e 22.35 in più rispetto a Iuliia Prokopchuk. Ai piedi del podio si piazza la francese Laura Marino, l’unica in grado di dare fastidio al terzetto da medaglia. A fine gara è legittima la soddisfazione della Batki: “Forse potevo fare meglio l’ultimo tuffo, ma comunque non sarei mai arrivata prima – commenta l’azzurra ai microfoni di Rai Sport -. Ho fatto una gara regolare, va benissimo così. Dedico questa medaglia a me stessa, la volevo più di ogni altra cosa al mondo e per vincerla ho lavorato tanto e fatto tanti sacrifici. Ho avuto periodi di crisi durante i quali non ci credevo più, ma ho voluto dimostrare a me stesso che mi diverto ancora. Questa medaglia era mia, dovevo solo andare a prendermela”.

Per Noemi Batki quella di Berlino è la quinta medaglia in carriera conquistata a un Europeo. La prima era stata conquistata nel 2008 a Eindhoven nella piattaforma sincro da 10 metri in coppia con Tania Cagnotto; poi erano arrivati altri tre podi nella piattaforma: gli argenti a Budapest 2010 ed Eindhoven 2012, e soprattutto l’oro a Torino 2011.

"QUESTA MEDAGLIA ERA LA MIA"

"Questa medaglia era la mia, dovevo solo andarla a prendere. Da un po' di tempo ero assente dalle gare ad altissimo livello, ci tenevo a tornare, ho lavorato tanto per questo. Se non usciva oggi questa medaglia non usciva piu'. Ho fatto tantissimi sacrifici, mi sono allenata con costanza", ha detto l'azzurro.

C'e' un piccolo rammarico per l'ultimo tuffo "avrei potuto far meglio, dice la tuffatrice, ma comunque non sarei mai arrivata prima, quindi va bene cosi'. Invece mi dispiace per il record personale, ci sono andata vicino, sara' per la prossima volta" "Questa medaglia la dedico a me stessa, dice Noemi, non ci credevo piu' dopo un periodo di crisi, ma ho lavorato tanto, ho fatto dei sacrifici, ho voluto dimostrare che io sono ancora qua e mi diverto ancora con i tuffi".

Nel futuro immediato c'e' una breve vacanza poi "sto programmando degli allenamenti all'estero, spero che con questo risultato io sia supportata in questo progetto".

TAGS:
Nuoto
Europei
Noemi batki

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento