Nuoto, Europei vasca corta: Pizzamiglio bronzo nei 100 misti, la 4x50 sl è d'argento

Il 22enne milanese sale sul gradino più basso del podio dietro i russi Morozov e Fesikov, la staffetta (Dotto, Bocchia, Magnini e Orsi) è seconda dietro alla Russia

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Pizzamiglio, foto LaPresse

L'Italia sale sul podio anche nella 4X50 stile libero, che agli Europei di vasca corta a Henring conquista l'argento nella staffetta. Il quartetto azzurro (composto da Luca Dotto, Federico Bocchia, Filippo Magnini e Marco Orsi) chiude col tempo di 1’24"37 alle spalle di Russia (1'23"36) e Belgio (1'24"86). Va a medaglia anche Stefano Mauro Pizzamiglio, che vince il bronzo nei 100 misti. Il 22enne si piazza dietro ai russi Morozov e Fesikov.

Pizzamiglio, che in semifinale aveva centrato il tempo di 52”77, si tiene stretto il bronzo ma non si esalta più di tanto: “L’importante era andare a medaglia – commenta il nuotatore azzurro - . Non ho fatto una gara fantastica, pensavo di avere fatto un tempo migliore (52" 81) ma va bene così”. Delusione per Ilaria Bianchi, solo sesta nella finale dei 100 farfalla.

Contenti per l'argento sono i quattro componenti della staffetta azzurra: "Sono soddisfatto della mia frazione, ma ho sbagliato la virata non uscendo veloce - commenta Dotto a fine gara -. Il tempo sarebbe potuto essere migliore. Comunque sapevamo che la Russia era superiore a noi e l'argento è una bellissima medaglia per chiudere l'Europeo".

Soddisfatto anche Bocchia: "Chiudere con una medaglia è il massimo a cui potevo aspirare. Siamo un bel gruppo e ci siamo divertiti molto". Magnini è al settimo cielo: "Questa staffetta gasa, non hai paura di fare fatica perché sono solo 50 metri. In squadra siamo amici ed è bello vincere insieme". “Sono molto contento dei miei campionati e della squadra che ha risposto bene – conclude Orsi -. Siamo un gruppo unito, competitivo e vengono i risultati. Tutto perfetto".

Intanto va alla Russia l’ultimo oro degli Europei nella staffetta 4X50 mista femminile. Le russe hanno preceduto Danimarca e Svezia. L’Italia chiude la spedizione di Herning con un bottino di 11 medaglie (un oro, 5 argenti e 6 bronzi). Lo scorso anno a Chartres, in Francia, gli azzurri si erano fermati a 9 (4 ori, 2 argenti e 3 bronzi). Il numero maggiore di podi (18) resta quello conquistato a Rijeka nel 2008 e a Eindhoven nel 2010.

TAGS:
Nuoto
Europei vasca corta
Mauro Pizzamiglio

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento