Giro 2017: Nibali per il tris, insidia Quintana

Parte la 100esima edizione della Corsa Rosa: ad Alghero fervono i preparativi

E' tutto pronto per il via della 100esima edizione del Giro d'Italia. Oggi, in Sardegna, parte la Corsa Rosa e, salvo sorprese, sarà una sfida incerta fino all'ultimo metro. Tra i grandi favoriti c'è sicuramente Vincenzo Nibali che cerca il tris dopo aver trionfato l’anno scorso. L'avversario principale dello Squalo è Nairo Quintana, colombiano della Movistar. Occhio anche a Pinot, Thomas, Kruijswijk e Yates.

Una edizione del Giro d'Italia nel ricordo di Michele Scarponi, rimasto vittima di un tragico incidente lo scorso 22 aprile. L'Aquila di Filottrano sarebbe dovuto essere il capitano del Team Astana che ha deciso di non sostituirlo. Di Scarponi ha parlato anche il compagno di squadra, Paolo Tiralongo, in occasione della presentazione della vigilia delle 22 squadre nella piazza di Alghero: “Siamo qui in otto ma è come se fossimo in nove. Michele era il nostro capitano ed era orgogliosissimo di questo. Purtroppo, però, siamo solo qui a raccontarlo. Adesso dobbiamo ripartire e onorare il nostro Giro anche per lui". 3615 km da solcare per conquistare il Trofeo senza fine. Cinque le tappe di alta montagna ma anche 69 km di tappe a cronometro che lasceranno incerto l’esito della Corsa Rosa fino all’ultimo metro. Un Giro che, però, è un po’ meno ‘italiano’ del solito visto che sono solo 45 i nostri portacolori: il più basso numero di sempre. Cinquantadue i debuttanti al via tra cui Vincenzo Albanese, talento campano di 20 anni, il più giovane corridore ai nastri di partenza.

Ha esperienza da vendere, invece, Giacomo Nizzolo, campione italiano in carica, che nonostante una condizione non ottimale, vuole provare a recitare un ruolo da protagonista fino alla fine: “Finalmente posso portare in giro il Tricolore e, per me, questa è una emozione incredibile – assicura Nizzolo -. Il mio è un approccio diverso visto che non arrivo con una condizione ottima a questa partenza. Spero verso il finale di andare in crescendo e, magari, riuscire a togliermi qualche soddisfazione".

TAGS:
Ciclismo
Giro d'italia

Argomenti Correlati

CLICCATE E VOTATE

Chi vince il Giro d'Italia?

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X