Giro di Lombardia 2014: Martin beffa tutti, Aru nono

L'irlandese della Garmin-Sharp sorprende i migliori con uno scatto ai 600 metri dal traguardo. Secondo Valverde, terzo Rui Costa

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Giro di Lombardia 2014: Martin beffa tutti, Aru nono

Daniel Martin trionfa nell'edizione numero 108 del Giro di Lombardia sui 254 chilometri di percorso da Como a Bergamo. L'irlandese della Garmin-Sharp sorprende tutti con un'azione in solitaria ai 600 metri dal traguardo. Al secondo posto della 'Classica delle foglie morte' si piazza lo spagnolo Alejandro Valverde che batte in volata l'ex campione del mondo, Alberto Rui Costa. Fabio Aru (nono) è il migliore degli italiani.

La corsa, contraddistinta da 5 salite piuttosto impegnative (Madonna del Ghisallo, Colle Gallo, Passo di Ganda, Berbeno e Boccola), entra nel vivo fin dal chilometro 20 quando scatta la fuga di giornata composta da 12 corridori: tra questi anche Francesco Gavazzi, il primo a transitare sul Gpm della Madonna del Ghisallo. Il corridore dell'Astana si aggiudica così il Premio Pierluigi Todisco. Gli attaccanti arrivano a guadagnare oltre 10 minuti sul resto del gruppo.

Dopo continui scatti e contro scatti, a 10 chilometri dal traguardo restano solo Ben Hermans della Bmc e Pieter Weening della Orica GreenEdge con una trentina di secondi sul plotone dei migliori, guidato dalla Lampre. Il fresco campione del Mondo, il polacco Michal Kwiatkowski è costretto al ritiro per crampi. Sullo strappo finale della Boccola (con pendenze al 12%) vengono ripresi Hermans e Weening. Al comando restano in 10 dopo la tirata di Tim Wellens: ci sono tutti i migliori tranne Alberto Contador. A 600 metri dalla fine ecco l'azione vincente di Daniel Martin che sorprende tutti e va a trionfare in volata. Al secondo posto si piazza Valverde davanti a Rui Costa e Wellens. Fabio Aru chiude al nono posto.

TAGS:
Ciclismo
Giro di Lombardia; Martin
Aru

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento