Ciclismo, Mondiali: trionfa la Ferrand-Prevot, Bronzini quarta

La francese vince l’oro nella prova elite, argento alla Brennauer, bronzo alla Johansson. Soltanto decima la Vos

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

La gara donne (Ansa)

E' la francese Pauline Ferrand-Prevot la nuova campionessa mondiale di ciclismo su strada. La transalpina vince l'oro in volata la prova in linea sul circuito di Ponferrada in Spagna. Medaglia d'argento alla tedesca Lisa Brennauer mentre sul gradino più basso del podio sale la svedese Emma Johansson. Sfortunatissima Giorgia Bronzini, quarta per pochi centimetri. Soltanto decima la grande favorita, l’olandese Marianne Vos.

Sui 7 giri del percorso di Ponferrada ci sono diverse cadute anche per l'asfalto reso viscido dalla pioggia a intermittenza: coinvolte tra le altre la Vos e la Bronzini che però riescono con tranquillità a rientrare nel gruppo viste la media corsa non elevata. La gara entra nel vivo all'ultimo giro quando si susseguono gli attacchi delle olandesi che cercano la selezione nel gruppetto di testa per favorire lo spunto della Vos. Le italiane Longo Borghini, Ratto, Bronzini non faticano a stare al passo delle migliori. Sullo strappo conclusivo del Mirador, al comando restano in 4: l'olandese Vos, la britannica Armistead, la svedese Johansson e la nostra Longo Borghini. Le attaccanti però vengono riprese sotto lo striscione dell'ultimo chilometro e così si va verso la volata vinta al fotofinish dalla francese Ferrand-Prevot davanti alla tedesca Brennauer e alla svedese Johansson. Giù dal podio per pochi centimetri Giorgia Bronzini mentre chiude decima una stremata Vos.

AFFINI QUARTO TRA GLI JUNIORES

Il 18enne tedesco Jonas Bokeloh si è laureato campione del mondo di ciclismo juniores ai Mondiali di Ponferrarda in Spagna. Secondo posto per il russo Alexandr Kulikovskiy che ha a sua volta preceduto l'olandese Peter Lenderink. Quarto e giù dal podio il primo degli italiani Edoardo Affini. Ottava posizione per l'altro azzurro Lorenzo Fortunato.

TAGS:
Ciclismo
Mondiali
Affini
Bronzini

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento