Tour 2014, quinta tappa: vince Boom, ma è grande Nibali

L'olandese si impone ad Arenberg: lo Squalo di Messina, terzo al traguardo, conserva la maglia gialla e stacca Contador e Valverde

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Boom - foto Afp

Va all'olandese Lars Boom (Belkin) la quinta tappa del Tour de France, da Ypres ad Arenberg. Ma l'eroe di giornata è Vincenzo Nibali: lo Squalo di Messina è monumentale sul pavè sotto la pioggia, arriva terzo al traguardo con un ritardo di 19 secondi, consolida la maglia gialla e impone maxi distacchi ai suoi principali rivali, Contador e Valverde. Pomeriggio da dimenticare per Chris Froome, che cade ancora ed è costretto al ritiro.

E' la pinna gialla dello 'Squalo di Messina' a spiccare nella tormenta che investe il tracciato della Ypres-Arenberg: la tostissima tappa, condizionata dalla pioggia battente, vede subito la cancellazione dei due settori più complicati di quelli che da sempre caratterizzano la Parigi-Roubaix. Non si passa dunque da Mons-en-Pevele e da Orchies à Beuvry-la-Foret, a causa della presenza di enormi pozzanghere e tratti allagati. Si è ancora in territorio belga quando arriva il colpo di scena di giornata: Chris Froome cade per ben due volte e alla fine, complici anche le ferite riportate nella tappa di martedì, è costretto ad un ritiro tanto clamoroso quanto sfortunato.

Il gruppo accoglie la notizia shock e, appena si arriva sul pavé, ecco che si scatena la bagarre: Nibali è da subito il più tonico tra gli uomini di classifica, ma in un primo tempo Contador e Valverde sembrano reggere l'urto del siciliano. Il gruppo della maglia gialla in breve aggancia i sei fuggitivi e lo strepitoso lavoro dell'Astana (Fuglsang e Westra su tutti) manda in crisi anche Contador. Il favorito assoluto a questo punto sembra Fabian Cancellara, che però deve arrendersi all'incredibile azione di Nibali, del compagno Fuglsang e di un grande Lars Boom. E' l'olandese a bruciare tutti sul traguardo di Arenberg: Nibali arriva terzo ma incrementa in maniera notevole il suo vantaggio in classifica generale. Ora l'italiano ha 2'11" su Valverde e addirittura 2'37" su Contador: il rivale principale potrebbe diventare a questo punto Michal Kwiatkowski della OmegaPharma, undicesimo lo scorso anno al Tour e adesso quarto a 50". Ma è ancora presto per parlare del futuro, intanto Nibali si gode una giornata epica.

TAGS:
Altrisport
Ciclismo
Tour de france

I VOSTRI COMMENTI

acmilan99 - 09/07/14

Vedrete che in salita contador staccherà nibali.

segnala un abuso

rosicateineterno - 09/07/14

Contador abbiamo già visto che, oltre alle sue qualità, ci aveva messo anche dell'"altro" per riuscire a stare al massimo livello. Ci sono stati troppi casi in questi anni di corridori che da ottimi ciclisti, sono diventati campioni in un paio di stagioni e poi ci sono state le sorprese. Ma per carità, spero che per Nibali sia tutto a posto e non ci siano problemi, per il bene del ciclismo italiano, anche perchè ne ha già passate tante....troppe....

segnala un abuso

dani94ita - 09/07/14

Grande Vince, ma a "rosicateineterno" dico che nel ciclismo di oggi il ciclista raggiunge la massima maturità e forma tra i 26 ai 32 anni quindi non è strano che Nibali a 29 anni stia così in forma, è una cosa normale; inoltre Froom ha stessa età di Nibali, mentre Contador ne ha 31 e Valverde addirittura 34 quindi.

segnala un abuso

rosicateineterno - 09/07/14

Credo che in un momento cosi cupo per lo sport italiano, si dovrebbe dare più risalto a Nibali ed all' impresa ke vuole compiere

secondo me non danno un risalto esagerato perchè già in passato troppe volte si è visto come siano finite le cose. I Di Luca, Basso, Riccò, ecc. grandi stagioni e poi si hanno le sorprese. In questo sport funziona così. Spero per Nibali che sia tutto a posto e son contento per lui. Anche se questo exploit a 29/30 anni....

segnala un abuso

basturk88 - 09/07/14

grande Vincenzo, continua così!!
non dare retta a qualche voce isolata frustrata fuori dal coro!!
noi siamo tutti con te!!
tieni duro Vincenzo, per vincere al Tour ci vogliono gli attributi e tu hai già dimostrato di averli...credi in te stesso, mettici tutto te stesso, non lasciare nulla al caso e spingi fin che puoi!!

FORZA SQUALO MATA I TORERI

segnala un abuso

torakiki il giustiziere - 09/07/14

un bel controllino antidoping please.......

segnala un abuso