Ciclismo: Cancellara vince il Giro delle Fiandre

Lo svizzero si impone allo sprint e conquista la sua terza Ronde, la seconda di fila

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Cancellara, Afp

Era il favorito e non ha tradito: Fabian Cancellara vince la 98esima edizione del Giro delle Fiandre, una delle classiche monumento di ciclismo. Lo svizzero della Trek ha battuto allo sprint i compagni di fuga Van Avermaet, secondo, Vanmarcke, terzo, e Vandenbergh, quarto. Per il campione di Berna è la terza affermazione alla Ronde, la seconda consecutiva: eguaglia il record di Museeuw, Boonen, Leman, Buysse e Magni.

Ciclismo: Cancellara vince il Giro delle Fiandre

Fabian Cancellara, dopo i successi del 2010 e del 2013, ha vinto per la terza volta in carriera il Giro delle Fiandre coprendo i 259 km da Bruges a Oudenaarde in 6 ore, 15 minuti e 25 secondi. La classica monumento con i muri e il pavè, è stata animata da una fuga iniziale con sei uomini, tra cui il sudafricano Impey e l'americano Phinney, azione che si è esaurita a circa 40 km dal traguardo. Negli ultimi 30 km la gara, con gli attesi muri Kruisberg, Vecchio Kwaremont e Paterberg, vede in testa l'atleta della BMC Van Avermaet, poi si aggiungono a lui Cancellara, Vanmarcke della Belkin e Vandenbergh della Omega Pharma-Quick Step.

Questi quattro sono al comando negli ultimi 10 km al termine della lunga serie di muri mentre dietro, alcuni dei favoriti come Sagan e Boonen, e gli italiani Paolini e Pozzato, sono tagliati fuori. Arrivati ad avere anche 36" sui primi inseguitori, Terpstra e il vincitore della Sanremo Kristoff, i battistrada si giocano il successo in volata: Van Avermaet scatta per primo, Vanmarcke risponde, ma Cancellara ne ha più di tutti, li supera e taglia il traguardo con le braccia al cielo. Per lo svizzero si tratta della settima classica monumento in carriera: tre Fiandre, tre Parigi-Roubaix e la Milano-Sanremo del 2008.

TAGS:
Cancellara
Fiandre
Ciclismo

I VOSTRI COMMENTI

malatoperilcalcio - 06/04/14

dovremmo essere qui a celebrare la vittoria di un grande campione, invece bisogna riflettere su un drammatico incidente. Peccato

segnala un abuso