Tirreno-Adriatico 2014: è Contador il nuovo Re dei Due Mari

Lo spagnolo chiude in maglia azzurra davanti a Quintana e Kreuziger. Successo di tappa per l'italiano Malori

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Malori, Ipp

Al termine della cronometro di San Benedetto del Tronto, Alberto Contador conserva la maglia azzurra di leader e si conferma re della Tirreno-Adriatico 2014 davanti al colombiano Nairo Quintana e al compagno di squadra Roman Kreuziger. Trionfatore della 7a tappa è il giovane italiano Adriano Malori che chiude la sua prova in 10'13" davanti a tre campioni come Fabian Cancellara (+6"), Bradley Wiggins (+11") e Tony Martin (+15"). 

Contador, Ipp

Come da pronostico Contador, sul tracciato della cronometro conclusiva, non ha avuto problemi a conservare la maglia di leader della corsa. L'attenzione era concentrata sulla lotta per il secondo posto con Kreuziger che ha provato in ogni modo a guadagnare un gradino del podio portandosi a ridosso del compagno di squadra della Tinkoff-Saxo ma la prova di Quintana, solitamente più a suo agio tra le montagne che nelle prove a tempo, gli ha permesso di difendersi dall'attacco del ceco precedendolo di 2" nella classifica di tappa con il tempo di 10'51" che gli è valso la 21esima posizione. Contador ha perso rispettivamente 3" e 1" da Quintana e Kreuziger ma il dato è poco significativo visto che per lo spagnolo la tappa di oggi era poco più che una passerella trionfale dopo lo show sulle tappe di montagna dei giorni scorsi. Una bella notizia per tutto il ciclismo italiano arriva dalla vittoria di Malori. Il successo del giovane cronoman della Movistar è presto spiegato leggendo i nomi degli sconfitti di giornata: Cancellara, Wiggins e Martin sono i più forti specialisti al mondo e la vittoria del 26enne parmense fa ben sperare tutto il movimento azzurro in vista dei prossimi Mondiali su pista.

TAGS:
Tirreno Adriatico
Contador
Malori

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento