Atletica, doping: Schwazer riparte dal professor Donati

Il marciatore ha convinto il medico paladino della lotta al doping: mercoledì la conferenza per spiegare il progetto

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Alessandro Donati (Afp)

Alex Schwazer ha convinto il professor Alessandro Donati, ex ct della velocità dell'atletica azzurra e ora consulente dell’Agenzia mondiale antidoping, a seguirlo nella preparazione in vista di Rio 2016. Dopo l'appello del marciatore a febbraio, il medico, inizialmente un po' freddino, ha sciolto le riserve e ha detto sì. Mercoledì la conferenza di presentazione del progetto nato sotto l'egida di Libera, la fondazione di Don Ciotti.

Un matrimonio che non sembrava non potesse andare in porto e che invece si consumerà e farà molto rumore. Ragioni e speranze saranno spiegate nel dettaglio mercoledì 1 aprile. Tutto ebbe inizio il 12 febbraio, con le dichiarazioni di Schwazer: Il professor Donati è la persona più credibile in questo momento per poter ricominciare da atleta pulito. Voglio dimostrare che nello sport si può vincere anche senza doping".

Il medico, colto in contropiede, replicò molto seccamente al marciatore oro olimpico nella 50 km a Pechino 2008. "Prima racconta ai magistrati tutto ciò che non hai ancora rivelato, poi se ne potrà discutere". E così Schwazer nei giorni scorsi ha reso un nuovo interrogatorio al pm Giancarlo Bramante, rivelando particolari significati.

Ora Schwazer, per coronare il suo sogno di essere al via a Rio 2016, deve sperare in un'ulteriore sconto di pena rispetto all'attuale scadenza del 29 aprile 2016. La Fidal, infatto, nelle scorse settimane ha dato come scadenza per scegliere i marciatori il 30 ottobre di quest'anno. Il tempo stringe, ma la corsa è appena cominciata...

TAGS:
Atletica
Schwazer
Donati
Doping
Rio 2016

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X