Doping: Schwazer patteggia 8 mesi a Bolzano

Chiusa la vicenda giudiziaria per il marciatore: anche 6.000 euro di multa. Fino al 30 gennaio 2016 la squalifica sportiva

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Schwazer, foto Ansa

Si è conclusa in tribunale a Bolzano la vicenda giudiziaria che ha visto imputato Alex Schwazer per doping. Il marciatore azzurro, trovato positivo all'Epo prima delle Olimpiadi di Londra in un controllo antidoping a sorpresa, ha patteggiato una pena di 8 mesi e 6.000 euro di multa, come da richiesta del suo legale. Il patteggiamento non ha conseguenze sulla squalifica sportiva, che attualmente resta di tre anni e mezzo, fino al 30 gennaio 2016.

Accordo raggiunto, dunque, tra la Procura di Bolzano e i legali di Schwazer. Il patteggiamento non ha conseguenze sulla squalifica sportiva, che attualmente resta di tre anni e mezzo, fino al 30 gennaio 2016. Il marciatore altoatesino è stato squalificato dal tribunale antidoping del Coni. Si terrà invece il 16 gennaio l'udienza della pattinatrice Carolina Kostner, deferita dalla procura antidoping del Coni con richiesta di 4 anni e 3 mesi di squalifica per 'complicità' e 'omessa denuncia' nella positività dell'ex fidanzato.

"Alex Schwazer vuole diventare un testimonial anti-doping per impedire che altri ragazzi commettano il suo errore", ha detto il suo legale Gerhard Brandstatter. "Con il patteggiamento - ha aggiunto - Alex ha già in qualche modo voltato pagina. Ora attendiamo di chiudere anche la vicenda con la giustizia sportiva". Nel frattempo Alex si sta allenando per tornare al più presto alle gare e continua a Salisburgo gli studi di scienze motorie per diventare "un esperto di allenamento pulito".

TAGS:
Atletica
Doping
Schwazer

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento